Home Cultura & Spettacolo Ascoli, L’omaggio della Compagnia dei Folli a Cecco d’Ascoli

Ascoli, L’omaggio della Compagnia dei Folli a Cecco d’Ascoli

947
0
Venerdì 10 maggio alle ore 21:30 in Piazza Arringo di Ascoli Piceno andrà in scena lo spettacolo “Cecco: di stelle, di sfere, di luce” della Compagnia dei Folli.
Nell’ambito delle celebrazioni per i 750 anni dalla nascita di Francesco Stabili, deo Cecco
d’Ascoli, anche la Compagnia dei Folli è stata coinvolta nelle iniziative ideate dal Comune
per festeggiare il celebre ascolano.
Per l’occasione i Folli hanno ideato uno spettacolo liberamente tratto da alcuni episodi
della vita di Cecco, una rilettura di alcuni passaggi delle sue opere che hanno ispirato
immagini e visioni che saranno messe in scena utlizzando le tecniche sceniche del teatro di
strada.
Lo spettacolo si svilupperà su tre piani visivi differenti, attori e danzatori a terra, sui
trampoli e in sospensione su una gru, in modo da rendere visibile a tutti le scene che si
susseguiranno. Accompagnati da un attore che interpreterà Cecco e declamerà passaggi de
“L’Acerba”, gli spettatori potranno immergersi in una visione quasi futuristica delle idee e
dei pensieri di Cecco che prenderanno vita sotto forma di immagini oniriche. La facciata
del Duomo diventerà la scenogra-a ideale per proiezioni che accompagneranno le scene.
Lo speacolo sarà un evento unico, ideato, studiato, realizzato e messo in scena in modo
specifico per Piazza Arringo di Ascoli Piceno.
Le tecniche utilizzate per la messa in scena,
dai trampoli alla gru, saranno arricchite da nuove scenografie che renderanno lo
spettacolo del 10 maggio un “unicum” difficilmente ripetibile, nella forma in cui sarà
presentato, in altre piazze italiane.
I Folli hanno creato un vero e proprio evento per
un’occasione importante per la città di Ascoli in festa per Cecco d’Ascoli.
Partendo da stralci del processo in cui gli inquisitori enunciano alcuni brevi cenni sulla vita e le colpe di Cecco, si darà vita, in forma simbolica, a pensieri e idee dell’illustre ascolano, ripercorrrendo alcuni momenti della sua esistenza, a partire dalla nascita di cui sia il
concepimento sia il parto sono circondatti da mistero.
Lo sudio e le idee sull’astronomia e i poli, le metafore con gli animali per rappresentare i
caratteri umani prenderanno vita in piazza sotto forma di scene animate da una gru con
acrobati e da scenografie realizzate per l’occasione. Alcuni momenti della vita di Cecco,
come l’innamoramento e l’esecuzione della condanna al rogo, saranno rappresentati,
sempre in modo allegorico, con danze e scene di fuoco.
“Cecco: di stelle, di sfere, di luce” è un evento realizzato dalla Compagnia dei Folli da
un’idea di Paola Lucidi che ne segue anche la regia. Uno spettacolo del genere è stato reso
possibile grazie alla collaborazione con personalità ed associazioni amiche dei Folli.
I ringraziamenti vanno a tutti coloro che hanno accompagnato la genesi di questo lavoro: a
Pietro Di Pietro, per i testi forniti, a Gigi Morganti, per l’aiuto nella realizzazione di uno spettacolo unico per la città di Ascoli.