Home Politica Ascoli Elezioni, Sala Congressi gremita per la presentazione delle quattro liste coordinate...

Ascoli Elezioni, Sala Congressi gremita per la presentazione delle quattro liste coordinate da Gianni Silvestri a sostegno del candidato Sindaco Marco Fioravanti

382
0
Sala Congressi della Camera di Commercio gremita

Sala riunioni del Palazzo Congressi della Camera di Commercio, gremita per la presentazione delle quattro liste a sostegno del candidato sindaco Marco Fioravanti, coordinate dall’assessore Giovanni Silvestri.

Nonostante fosse una domenica di celebrazioni tra comunioni e cresime e che la minaccia pioggia invogliasse più a rimanere in casa, la sala si è riempita per la gioia di Gianni Silvestri e del candidato sindaco del centrodestra Marco Fioravanti.

Ad aprire l’incontro dopo l’esecuzione dell’Inno d’Italia è stato il dottor Mario Tacchini, consigliere comunale uscente e portavoce della lista ‘Cittadini in Comune’ che comprende tra gli altri la pediatra Maria Luisa Volponi, anche lei consigliere uscente e l’ex calciatore dell’Ascoli Giorgio La Vista

Poi è toccato all’ex presidente della Start Alessandro Antonini affiancato dal dottor Giancarlo Mariani, presentare la lista ‘Noi siamo Ascoli’, composta da tutti volti nuovi della politica. Persone che hanno sposato il progetto di Gianni Silvestri e hanno voluto dare il loro contributo. Tra questi il Maestro Ceramista Luciano Cordivani, Sebastiano Bolla e Achille Marfoli.

A seguire è stato l’ex assessore Massimiliano Di Micco a presentare la sua lista ‘Per Ascoli’. Di Micco ha ricordato a tutti che il centrodestra è con Marco Fioravanti che i vertici romani di Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia hanno formato un accordo per un candidato unico e questo è proprio Marco Fioravanti. Nella lista ‘Per Ascoli’ c’è l’ex consigliere Laura Castelletti, il body builder Ermanno Schiavi, l’assicuratrice Sara Sestili, la cantante Silvia Tedeschi e l’ex attaccante della Primavera dell’Ascoli Jonathan Ciabuschi.

E infine è toccato a Gianni Silvestri che in diversi momenti si è commosso nell’illustrare il suo programma raccontando quante ‘pressioni’ ha ricevuto per fare altre scelte. “Ho scelto di fare ventinove passi indietro – ha detto – perchè ci eravamo preparati per la mia candidatura a sindaco. Ho scelto però la coerenza e il rispetto delle linee guida impartite da Roma perchè prima dei ruoli, vengono gli uomini e bisogna essere capaci di capire quando c’è da mettere da parte il proprio io. Cosa che altri non hanno fatto”. Poi ha presentato il suo gruppo di candidati della lista ‘Forza Ascoli’ di cui fanno parte tra gli altri, il consigliere comunale Laura Trontini, la professoressa del Liceo Scientifico Maria Cristina Calvaresi, il dirigente sportivo Giovanni Di Cesare, l’estetista Alessandra Piccioni e la contabile Maria Cece.

Il Sindaco Guido Castelli ha portato il suo saluto sottolineando l’errore politico che sta commettendo Piero Celani. “Non voglio assolutamente parlare male di lui perchè ho condiviso tanto in questi venti anni – ha detto – così come non posso parlare male dei due miei assessori che hanno deciso di seguirlo. Una situazione kafkiana se vogliamo, e sicuramente non facile. Non posso però non sottolineare come il centrodestra unito in questi anni abbia sempre vinto e negli ultimi mesi ha conquistato regioni da sempre ‘rosse’. Se Roma ci avesse detto di votare Piero Celani come candidato unico, noi lo avremmo appoggiato, ma la scelta è caduta su Marco Fioravanti che non è vero che sia così giovane e inesperto, e in ogni caso è una scelta dei vertici che va rispettata. E doveva rispettarla anche lui. Il prossimo anno si voterà per le regionali: il centrodestra ‘spaccato’ rischia di lasciarlo ancora in mano a Ceriscioli. Per questo la scelta politica di Celani è decisamente sbagliata”.

Infine il candidato Sindaco Marco Fioravanti ha chiuso il dibattito tra gli applausi dei presenti. “Vedere la sala così piena – ha detto – mi carica enormemente. Solo Gianni Silvestri può far stare le persone in piedi in questa sala per cui grazie di cuore a tutti voi e sono certo che ognuno di voi porterà a casa un pezzo del mio entusiasmo. Grazie e viva tutte le mamme, anche quelle che non ci sono più”.