Home Cronaca Monteprandone, progetto di ampliamento e miglioramento del trasporto pubblico

Monteprandone, progetto di ampliamento e miglioramento del trasporto pubblico

59
0

Ampliare e migliorare il trasporto pubblico sul territorio di Centobuchi e Monteprandone. Questa la richiesta che in un incontro nell’ufficio del Sindaco Sergio Loggi, è stato rivolto al direttore della Start spa l’Ing. Alfredo Fratalocchi.
E’ stato un momento di confronto voluto per illustrate le criticità del servizio di trasporto pubblico sul nostro territorio e la mancanza per i cittadini monteprandonesi di muoversi facilmente con i mezzi pubblici.
Basti pensare, infatti, che le tratte Centro Storico – zona Ragnola di Porto d’Ascoli e Centro Storico – Centobuchi attualmente sono servite solo da tre corse a tratta.
Pertanto è stato chiesto all’Ing. Fratalocchi di rimodulare l’offerta da e per la zona del Centro Storico, il Santuario di San Giacomo della Marca e l’attiguo Civico Cimitero e alcune contrade ad oggi escluse da qualsiasi collegamento con il centro abitato di Centobuchi.
L’idea del direttore della Start è di creare un linea circolare Centobuchi-Monteprandone-Porto d’Ascoli, con fermate più funzionali e sicure, con corse attive tutto l’anno.

Si crede possa essere una soluzione ottimale per agevolare i turisti da e verso il mare nel periodo estivo, sia per gli studenti delle scuole superiori nel periodo invernale. Con questa nuova linea i nostri giovani riuscirebbero più facilmente ad arrivare in zona Ragnola, snodo fondamentale per raggiungere tutti gli istituti superiori sambenedettesi.
A Fratalocchi sono state altresì rivolte le istanze di alcuni cittadini, familiari di ragazzi che frequentano l’istituto “Mercantini” di Ripatransone. Il Direttore ha assicurato che è allo studio dei tecnici Start una nuova linea di collegamento dei Borghi storici dell’entroterra e che la stessa sarà a servizio anche del territorio di Monteprandone.
Insomma un incontro proficuo e apprezzato da entrambe le parti che non ha solo permesso di rilevare le criticità presenti sul territorio riguardanti il servizio relativo ai cosiddetti “km su gomma”, ma che permetterà, grazie alla disponibilità dell’Ing. Fratalocchi, di addivenire in breve tempo a soluzioni condivise con l’Amministrazione.