Home Concerti Ascoli, Sabato sera al Teatro Ventidio Basso va in scena il musical...

Ascoli, Sabato sera al Teatro Ventidio Basso va in scena il musical ‘I Promessi Sposi’

205
0
Quel ramo del lago di Como,che volge a mezzogiorno…..” chi è che non ricorda l’incipit del più famoso romanzo storico italiano “ I Promessi Sposi” di Alessandro Manzoni. Ebbene: il romanzo, nella forma di musical dal titolo ”Opera Moderna i Promessi Sposi”, sarà portato in scena sul prestigioso palcoscenico del Ventidio Basso di Ascoli dalla Compagnia” Musical Insieme” di Porto San Giorgio, il prossimo 5 ottobre alle ore 21.15.
L’opera ,con le musiche di Pippo Flora , riduzione teatrale e testo di Michele Guardì, regia di Elisa Ravanesi , la Direzione artistica del maestro Valerio Marcantoni e le coreografie di Silvia Giacchetti e il corpo di ballo Dance Code, sarà presentata al pubblico di Ascoli Piceno, grazie anche al patrocinio del Comune. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.
Questa di Ascoli  è  la nona replica dell’Opera nel giro di un anno: dopo aver riscosso numerosi applausi nei prestigiosi palcoscenici marchigiani e abruzzesi ad iniziare dal Teatro Romano di Falerone, al Teatro dell’Aquila e l’Arena Villa Vitali di Fermo,alla Nuova Fenice di Osimo,al Teatro delle Api di Porto sant’Elpidio, al Teatro Alaleona di Montegiorgio e al Parco di Alba Adriatica, ora si presenta al pubblico ascolano .
Gli artisti , tutti talenti naturali, porteranno sulla scena , le emozioni della popolare storia manzoniana. Una storia senza tempo quella di Renzo e Lucia dove , nell’intrecciarsi delle storie dei vari personaggi si contrappongono amore e peccato, miseria e ricchezza , prepotenza e compassione, la morte e il perdono. I vari personaggi, Don Rodrigo, don Abbondio e la Perpetua, il Griso e i Bravi, l’Azzeccagarbugli ,Fra Cristoforo, L’innominato, Agnese la madre di Cecilia ,i monatti    e i popolani faranno vivere grandi emozioni e per finire un coinvolgente “padre nostro” liberatorio. E’ un’occasione da non perdere anche per gli studenti che vivranno un modo più piacevole e accattivante per avvicinarsi al massimo capolavoro manzoniano.