Home Ascoli Calcio Ascoli Calcio, Finito il mercato, parla il Ds Tesoro: “Il mercato più...

Ascoli Calcio, Finito il mercato, parla il Ds Tesoro: “Il mercato più difficile, ma sono soddisfatto.”

121
0
Il Direttore Sportivo dell'Ascoli Calcio, Antonio Tesoro

Dopo Pulcinelli e Stellone, a parlare, è uno dei protagonisti indiretti del marcato bianconero ovvero il Diesse Tesoro che definisce il mercato invernale così: “Il più difficile, considerando l’alternarsi di avvenimenti importanti, ma ho soddisfazione di come si sia concluso. Abbiamo strappato alla concorrenza elementi importanti, come Trotta e Morosini. Non manca però qualche rimpianto per qualche ambito. Ad iniziare dal caso Da Cruz, sul quale puntavamo fortemente e che siamo stati costretti a mandare via. Inoltre, la veemente contestazione, ha convinto qualche giocatore a scegliere altro.

Anche e soprattutto noi che lavoriamo con l’Ascoli abbiamo avvertito una pressione insostenibile. Stiamo crescendo, abbiamo profili importanti in rosa e le nostre sessioni di mercato si sono concluse in positivo, ma dobbiamo monetizzare al meglio e a volte siamo costretti a fare delle scommesse come possono essere Diogo Pinto o Matos.

Ninkovic? Era nelle nostre idee quella di cambiare aria, rinunciando putroppo ad elementi tecnicamente validi. A lui voglio molto bene. Ha deciso di rimanere, rifiutando tre squadre, ma ora lo aspetta una grande scalata per tornare ad essere protagonista ed è quello che mi auguro.

Buonaiuto? Ci interessava per le sue caratteristiche. Abbiamo provato a inserire Piccinocchi, ma il tempo non ci è stato amico, avrebbe sostituito Ninkovic, ma il Patron lo voleva indipendentemente dall’addio di Nikola.

Ranieri? L’ho inseguito da questa estate e l’ho aspettato, ora sono felice di averlo portato, purtroppo la prima partita giocata ce lo ha tolto per qualche tempo.

Sankho? Richiesta di Stellone per le sue caratteristiche. E’ ad Ascoli per un supplemento di visite mediche che, in caso di esito positivo, ci porteranno al tesseramento. Molto bravo nel contrasto, può fare l’interno di centrocampo, ma anche il terzino destro e il difensore centrale.

Trott? Grande innesto, ci ha dato subito grandi soddisfazioni. Il suo riscatto ammonta a 500.000 euro. Se dovesse fare bene e trovarsi a suo agio, ci sono le condizioni.

Brosco? Andremo sicuramente avanti con lui.

Obiettivi? Personalmente non ne parlo, L’importante è restare sul pezzo almeno fino ad aprile quando si potrà davvero stabilire dove possiamo arrivare”.