Home Politica Ascoli, Mozione “Energia sostenibile e clima” dei consiglieri Canzian e Nardini

Ascoli, Mozione “Energia sostenibile e clima” dei consiglieri Canzian e Nardini

240
0

I consiglieri comunali Antonio Canzian e Emidio Nardini di “Ascolto e Partecipazione” presentano una mozione al sindaco Marco Fioravanti.

L’obiettivo proposto è quello di realizzare entro il 2020 il “Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima (PAESC)” in cui vengano indicate le azioni chiave che si intendono intraprendere, le risorse necessarie e gli strumenti per misurare i risultati raggiunti

La mozione è stata presentata visto “che il Comune di Ascoli Piceno ha aderito al “Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia”, lo strumento che l’Unione Europea mette a disposizione per sostenere gli sforzi compiuti dagli Enti Locali nell’attuazione delle politiche nel campo dell’Energia sostenibile e adattamento climatico – sostengono i consiglieri Canzian e Nardini-  che la grande rivoluzione necessaria al fine di garantire uno sviluppo sostenibile del pianeta e di una reale azione di contrasto ai cambiamenti climatici può e deve partire dal basso, che il clima stia cambiando rapidamente è ormai un’evidenza testimoniata dall’alternarsi di periodi caldi di siccità e di piogge sempre più spesso devastanti che creano allagamenti e dissesti idro-geologici, che il 5 giugno scorso in Senato è stata respinta la mozione in cui veniva richiesta la dichiarazione di emergenza climatica in Italia a favore di una, molto più vaga, in cui ci si impegna “a combattere i cambiamenti climatici con una spinta a nuove azioni sostenibili”.

Inoltre sono oltre duecento i Sindaci di Comuni italiani che hanno firmato nel maggio scorso una lettera per chiedere all’Unione Europea di stabilire un quadro più ambizioso per raggiungere “zero emissioni” nette di gas serra entro il 2050, nelle Linee programmatiche del Mandato Amministrativo 2019-2024, recentemente presentato in Consiglio comunale, nel capitolo “Ascoli Città Green” vengono elencati una serie di impegni generali (a volte generici), ma non si fa menzione della realizzazione del “Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima” nel quale devono, al contrario, essere elencati interventi “concreti e misurabili”, le misure e i progetti di questa Amministrazione nel campo dell’energia sostenibile e del contrasto ai cambiamenti climatici appaiono sporadici, poco o per nulla organici, in una parola, “casuali”.