Home Ascoli Calcio Ascoli: il progetto “Crescere insieme” fa tappa a Roma. Gravina:”Servono progetti così”.Balata:”Ok...

Ascoli: il progetto “Crescere insieme” fa tappa a Roma. Gravina:”Servono progetti così”.Balata:”Ok realtà territoriali”

117
0
Il presidente della Lega di Serie B Mauro Franco Balata in occasione della presentazione della nuova edizione della collezione dei calciatori della figurine Panini, Milano, 9 Gennaio 2020. . L'album "Calciatori 2019-2020" è composto da128 pagine in formato maxi con 832 figurine. ANSA / MATTEO BAZZI

ASCOLI, Il progetto “Crescere insieme” lanciato dall’Ascoli ha registrato una nuova tappa, a Roma.
Dopo i due incontri organizzati nelle Marche a fine 2019, incentrati sul coinvolgimento, la condivisione e l’interscambio di idee innovative fra aziende che gravitano per lo più nel mondo del club, il Circolo Canottieri Aniene di Roma martedì 11 febbraio ha ospitato il primo meeting nazionale, dal titolo “Il marketing sportivo 4.0 – strategie e innovazione dell’Ascoli Calcio”.
L’evento si è svolto alla presenza, tra gli altri, del presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina, e del presidente della Lega di Serie B, Mauro Balata.
“Mi sono appassionato a un territorio che gridava aiuto e ora vorrei creare un sistema aziendale, virtuoso, che si autoalimenti – sono le parole del patron dell’Ascoli, Massimo Pulcinelli -. Per questo serviva un progetto e con ‘Crescere insieme’ vogliamo davvero creare un legame con il territorio. Con qualche anno di lavoro speriamo di poter salire in Serie A”.
“Con la nuova governance il calcio italiano è uscito da una lunga degenza: oggi può rivendicare e affermare una forte identità – ha sottolineato Gravina -. Abbiamo bisogno di progetti come questo dell’Ascoli, che sta dando un contributo importante al nostro mondo accrescendo le opportunità”.
Entusiasmo per il progetto dell’Ascoli è stato espresso dal presidente della Lega di B, Mauro Balata: “Sono orgoglioso e felice di partecipare a questa serata, la nostra Lega sposa questa iniziativa, che sa valorizzare il legame tra i vari attori istituzionali.
Massimo Pulcinelli ha un grandissimo entusiasmo e va supportato e agevolato: tutte le realtà territoriali possono diventare partner importanti per lo sviluppo, non solo economico, del calcio. Di questo c’è bisogno”.