Home Cronaca La vice presidente della Regione ed esponente del Pd Anna Casini: “Ascoltiamo...

La vice presidente della Regione ed esponente del Pd Anna Casini: “Ascoltiamo le proposte Vigili del Fuoco, custodi della nostra sicurezza, Comunanza e Servigliano presidi ottimali per le aree interne

82
0

In merito alla proposta dei Sindacati confederali dei Vigili del Fuoco, di istituire due nuovi distaccamenti, interviene la Vicepresidente della Regione Marche ed esponente del Pd, Anna Casini.

“La richiesta dei sindacati dei Vigili del Fuoco di istituire due nuovi distaccamenti a Comunanza e Servigliano è saggia perché ottimizza e riduce i tempi di soccorso che sono determinati per salvare le vite umane: se la proposta proviene da chi ogni giorno vigila sulla nostra sicurezza e rischia la vita per tutelare le nostre abbiamo il dovere di ascoltarla.
Farne infatti una battaglia di campanile è sciocco e dannoso perché si perdono di vista l’ interesse generale e la tutela dell’incolumità pubblica e privata” afferma la vicepresidente Casini.

“Qualche tempo fa, dopo aver ascoltato la proposta dei Sindacati ho chiesto un confronto al Ministero degli Interni, che non ho pubblicizzato per evitare sterili polemiche, per verificarne la coerenza con la programmazione nazionale.
Ho constatato che la proposta è in linea con il progetto ministeriale “Soccorso Italia in 20 minuti” e che con essa potremmo avere più personale, due presidi di sicurezza funzionanti h24 e soprattutto un abbattimento dei tempi di intervento per tutti i territori montani che contano una popolazione di oltre 27.000 abitanti.
Creare due distaccamenti, senza aumentare i costi, nelle aree interne, consentirà di implementare i servizi sul territorio della Val D’Aso e Val Tenna: quello di Comunanza sarebbe ubicato nelle vicinanze della zona industriale e quello di Servigliano consentirebbe di avere un distaccamento limitrofo alle produzioni manifatturiere della zona.
Due presidi che migliorano la sicurezza delle aree interne e aumentano la vicinanza ai cittadini.”