Home Cronaca Verona, Adesso è ufficiale: l’edizione 2020 di Vinitaly rinviata a giugno

Verona, Adesso è ufficiale: l’edizione 2020 di Vinitaly rinviata a giugno

215
0

Hanno cercato di resistere continuando a dichiarare che la Fiera del Vino di Verona si sarebbe svolta regolarmente. E invece adesso la notizia ufficiale: il Vinitaly 2020 è stato rinviato a causa dell’emergenza Coronavirus. A darne la conferma è stato lo stesso staff di Veronafiere, comunicando anche le nuove date della fiera, che si terrà dal 14 al 17 giugno 2020.

Una notizia che ha spiazzato anche le tante aziende vitivinicole del Piceno pronte a presentarsi regolarmente a Verona per proporre le proprie novità enologiche. E invece occorrerà aspettare che il contagio sia definitivamente debellato.

“In considerazione della rapida evoluzione della situazione internazionale che genera evidenti difficoltà a tutte le attività fieristiche a livello continentale (è di pochi giorni fa la notizia dello slittamento del ProWein, ndr) – Veronafiere ha deciso di riposizionare le date di Vinitaly, Enolitech e Sol&Agrifood”. Lo ha dichiarato Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere, al termine di una seduta straordinaria del Consiglio di amministrazione della Spa; una scelta non casuale quella degli organizzatori dell’evento, che sottolineano come nell’individuare le nuove date, dopo un’attenta analisi dei dati disponibili oltre che dell’ascolto delle posizioni degli stakeholder del mercato, abbiano scelto quello che, secondo le indagini di mercato, risulta essere il “periodo migliore per assicurare a espositori e visitatori il più elevato standard qualitativo del business”.

"Ecco perché abbiamo rimandato il Vinitaly"

In un momento così delicato per tutte le parti che avrebbero preso parte alle date del 19-22 aprile 2020, gli organizzatori hanno comunicato l’attuazione di misure particolari. Veronafiere attiverà, infatti, una task force per assistere i propri clienti in ogni ambito necessario alla riorganizzazione delle manifestazioni e al supporto logistico per buyer e operatori qualificati. Confcommercio Verona e Cooperativa Albergatori veronesi hanno inoltre espresso massima disponibilità per favorire lo spostamento delle prenotazioni.