Home Gastronomia Consegne a domicilio di Campagna Amica, il 15% degli ascolani ha più...

Consegne a domicilio di Campagna Amica, il 15% degli ascolani ha più di 75 anni. Occasione per mangiare bene e sentirsi meno soli

605
0

Continuano a ritmo serrato le consegne di cassette con  frutta e verdura di stagione, cibi biologici, pane, pasta, olio extravergine di oliva, zafferano, salumi, carne, piante fiorite, farine, legumi, cereali, vino, vino cotto, miele ma anche pesce fresco che escono dal Mercato Coperto in via Tranquilli e che, grazie al servizio attivato da Campagna Amica – Coldiretti Ascoli Fermo, arrivano gratuitamente alla porta di casa di chi ne fa richiesta.

Le persone anziane vivono in casa da sole, quindi l’occasione della spesa a domicilio diventa un’opportunita per non abbandonarsi alla rassegnazione.

Un servizio che, al di là dell’aspetto economico di sostegno alle aziende agricole, ricopre un ruolo di impegno sociale. Soprattutto nei confronti delle fasce più deboli della popolazione. Sono oltre 7.500 gli over 75 che vivono nella città di Ascoli Piceno.

Gli anziani rappresentano oltre il 15% della popolazione ascolana, spiega Coldiretti Ascoli Fermo su dati Istat. Molti di loro, circa la metà, sono soli: oltre 2600 vedove, quasi 600 vedovi. La consegna a domicilio diventa per loro una possibilità oltre che per avere in casa cibo fresco, genuino e salutare, anche di vedere qualcuno, scambiare qualche chiacchiera – ovviamente in sicurezza e nel rispetto delle distanze previste dalle misure anti coronavirus – e avere un contatto con il mondo.

Anche così si spiega il boom di richieste proseguito nel corso della settimana. Servizio attivo nei giorni di mercato (martedì, venerdì e sabato) telefonando al 366.6119016 o al 340.4693060. Gli operatori di Coldiretti forniscono anche informazioni per chi chiama da fuori Ascoli e cerca la più vicina azienda agricola della rete di Campagna Amica da poter contattare per farsi consegnare la spesa.

“C’è grande soddisfazione – spiegano il presidente di Coldiretti Ascoli Fermo, Armando Marconi, e il presidente degli Agrimercati interprovinciali, Francesco Fortuni – perché siamo consapevoli del grandissimo aiuto che stiamo dando alle fasce più deboli della popolazione, soprattutto anziani che non possono uscire di casa. In un momento così difficile vogliamo assicurare la freschezza e la salubrità del cibo che si mette in tavola. L’agricoltore ribadisce il suo ruolo di servizio alla comunità. Noi ci stiamo organizzando al meglio per soddisfare tutte le richieste: è un grande sforzo per noi visto che stiamo lavorando a ranghi ridotti e per questo che un ringraziamento particolarmente caloroso va a tutto il personale che si sta adoperando per la buona riuscita di questa iniziativa”.