Home Cronaca L’associazione Sordapicena ringrazia il sindaco Piunti e l’assessore Carboni

L’associazione Sordapicena ringrazia il sindaco Piunti e l’assessore Carboni

73
0

SAN BENEDETTO, “La nostra Associazione si batte da anni per l’abbattimento delle barriere alla comunicazione”: sono le prime parole dei vertici dell’associazione Sordapicena, nella lettera inviata al Sindaco Pasqualino Piunti e all’assessore alle Politiche Sociali, Emanuela Carboni.
“L’accessibilità deve essere percepita come un diritto fondamentale e universale, non può essere rimesso alla sensibilità delle singole amministrazioni.
Purtroppo ad oggi è ancora così ed è per questo che le buone pratiche vanno elogiate e fatte conoscere, perché facciano da modello ad altri.
Già da anni il Comune di San Benedetto del Tronto mette a disposizione uno sportello informativo che nel tempo è stato implementato con i servizi di interpretariato di trattativa e conferenza.
Inoltre in questa situazione di emergenza è stata prevista la traduzione in LIS (lingua dei segni italiana) dei comunicati istituzionali: avere ben chiare le indicazioni necessarie a gestire correttamente l’emergenza è fondamentale; ma anche le raccomandazioni, gli elogi e gli inviti a non perdere la speranza rivestono un ruolo importante in un momento di crisi che investe tutti i campi, compreso quello emozionale.
In un momento di grande difficoltà per tutti, – prosegue il documento – la vostra Amministrazione ha dimostrato di
non voler lasciare indietro nessuno, come giusto che sia. L’accessibilità deve essere percepita come un diritto fondamentale e universale, non può essere rimesso alla sensibilità delle singole amministrazioni.
Purtroppo ad oggi è ancora così ed è per questo che le buone pratiche vanno elogiate e fatte conoscere, perché facciano da modello ad altri.
Già da anni il Comune di San Benedetto del Tronto mette a disposizione uno sportello informativo che nel tempo è stato implementato con i servizi di interpretariato di trattativa e conferenza.
Inoltre in questa situazione di emergenza è stata prevista la traduzione in LIS (lingua dei segni italiana) dei comunicati istituzionali: avere ben chiare le indicazioni necessarie a gestire correttamente l’emergenza è fondamentale; ma anche le raccomandazioni, gli elogi e gli inviti a non perdere la speranza rivestono un ruolo importante in un momento di crisi che investe tutti i campi, compreso quello emozionale.
In un momento di grande difficoltà per tutti, la vostra Amministrazione ha dimostrato di non voler lasciare indietro nessuno, come giusto che sia”, conclude la missiva.