Home Cronaca Coronavirus, il Papa prega nella solitudine di una Piazza San Pietro vuota

Coronavirus, il Papa prega nella solitudine di una Piazza San Pietro vuota

701
0
Pope Francis delivers an extraordinary "Urbi et Orbi" (to the city and the world) blessing - normally given only at Christmas and Easter - from an empty St. Peter's Square, as a response to the global coronavirus disease (COVID-19) pandemic, at the Vatican, March 27, 2020. ANSA/ REUTERS/ YARA NARDI/ POOL

CITTA’ DEL VATICANO- Il Papa è solo sul sagrato della Basilica.

Lo ritrae una foto che resterà nella memoria, quella di una Piazza San Pietro deserta. Non era mai avvenuto prima nella storia.

“Ti imploriamo Dio, non lasciarci soli nella tempesta” prega con voce affannata Francesco “Signore ci chiami a cogliere questo tempo di prova come un tempo di scelta. Non è il tempo del tuo giudizio ma del nostro giudizio, il tempo di scegliere che cosa conta e che cosa passa, di separare ciò che è necessario da ciò che non lo è. E’ il tempo di reimpostare la rotta della vita verso Te, Signore, e verso gli altri”.

Il Papa ha voluto pregare per la fine della Pandemia nel mondo e pronunciare solennemente la benedizione Urbi et Orbi insieme all’indulgenza plenaria, davanti a se il Crocifisso di San Marcello ritenuto miracoloso e che nel 1522 attraversò le strade di Roma affiché finisse la “Grande Peste”.

“Fitte tenebre si sono addensate sulle nostre piazze, strade e città” continua il Pontefice “Ci siamo impauriti e smarriti. La tempesta smaschera la nostra vulnerabilità e lascia scoperte false e superflue sicurezze”.

Nessuno si salva da solo, conclude Papa Francesco, abbiamo visto che ci sono necessari medici e infermieri, commessi e forze dell’ordine e ci ricorda come sono queste persone che stanno scrivendo la storia, persone comuni, persone lontane da passerelle e da giornali.