Home Cronaca Ascoli, Coronavirus: Le proposte dei consiglieri comunali di Fratelli d’Italia

Ascoli, Coronavirus: Le proposte dei consiglieri comunali di Fratelli d’Italia

235
0

Il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia ha inviato un comunicato sull’emergenza Coronavirus “L’amministrazione comunale di Ascoli – hanno scritto i  consiglieri di Fratelli d’Italia – al sorgere della problematica dell’emergenza Covid, ha accuratamente evitato di aderire a quelle rovinose campagne che, all’insegna del “Basta Panico” e “abbracciamo  un cinese”, sminuivano il rischio, e tendevano quindi a provocare atteggiamenti che posso indurre
all’ attivazione di focolai nella nostra regione.

Il Sindaco Fioravanti ha subito provveduto, con tempestività, a chiudere parchi, piste ciclabili, e
ogni sorta di centri d’aggregazione.

Si è impegnato immediatamente in prima linea, per coordinare  con il massimo scrupolo l’azione dei diversi soggetti impegnati nel fronteggiare la pandemia e  curando, allo stesso tempo, il rapporto con i cittadini che in questo drammatico frangente non si
sono sentiti mai abbandonati.

Straordinario il contributo dato dalla Polizia Municipale e della Protezione civile che, sotto la guida  del Sindaco, hanno saputo organizzare al meglio sia il sistema dei controlli che la gestione  dell’emergenza. Da subito è stato attivato il Coc presso la sede della Polizia Municipale e sono stati  collocati dei container proprio per lo stoccaggio delle molte derrate che venivano donate alla  comunità e successivamente distribuite secondo procedure oggettive e trasparenti.

Anche per questo, la risposta della Città è stata molto significativa dal punto di vista della
generosità. Molti benefattori si sono sentiti garantiti dalle razionale organizzazione del dispositivo  di emergenza.

In queste ore si procederà anche alla seconda fase della consegna dei buoni alimentari che, dopo  una concertazione con sindacati e forze politiche presenti in Consiglio comunale, sono stati  destinati, dopo una primissima tranche destinata alla povertà assoluta, proprio a quella classe media  impoverita che sta pagando il prezzo più alto della crisi.

Fratelli d’Italia vuole sostenere in particolare queste categorie di persone che, per dignità e abitudini personali, esita a chiedere contributi ed aiuti ma che purtroppo si trova inaspettatamente  nell’emergenza commercianti, artigiani, professionisti (specie i più giovani). I momenti di crisi  possono essere propizi per maturare decisioni innovative e capaci di soddisfare anche bisogni
preesistenti. Il progetto “Vicinatoascoli” proposto da Fratelli d’Italia ad Ascoli come in molte realtà  italiane va in questo senso.

La pandemia ha abituato i consumatori al commercio a domicilio e le persone più anziane ad  utilizzare le reti digitali. Mantenere queste abitudini anche nel periodo post Covid per valorizzare il  commercio locale in una sorta di “Amazon picena” vuol dire trasformare un problema in una  opportunità.