Home Cronaca Falcioni, sindaco di Maltignano, scrive alla TIM: “Intervento immediato per la banda...

Falcioni, sindaco di Maltignano, scrive alla TIM: “Intervento immediato per la banda larga”

189
0

Il Sindaco Armando Falcioni scrive alla TIM: la pandemia in corso ha reso ancor più evidente l’urgenza della banda larga a Maltignano.

Il Comune di Maltignano, tramite una lettera firmata dal Sindaco Armando Falcioni inviata all’Amministratore Delegato e Direttore Generale di TIM Dott.Luigi Gubitosi, ha sollecitato un intervento dell’azienda in merito alla mancata copertura di servizi di banda larga ad alta capacità, che da anni evidenziano un disservizio all’interno di tutto il territorio comunale.

Nonostante il Comune si sia negli anni prodigato con tempestività nel rispondere alle richieste tecniche e logistiche della società TIM, non ultimo nel dare il consenso all’installazione di un cabinet esterno alla centrale telefonica esistente, resa inagibile a seguito del terremoto, gli interventi a carico di TIM sono rimasti inevasi. La segnalazione si è resa necessaria soprattutto in questo periodo di pandemia, dettata proprio dalla necessità di dare una connessione a banda larga stabile ed affidabile nel tempo alle piccole imprese presenti sul territorio, con uno sguardo volto alla futura rivisitazione dei modelli lavorativi, che l’emergenza coronavirus ha portato con l’introduzione del telelavoro, scardinando quei modelli standardizzati intoccabili.

Si comprende altresì il cospicuo lavoro portato avanti dalla società TIM su tutto il territorio nazionale; un lavoro capillare con l’obiettivo di colmare le carenze comunicative presenti in diverse aree del nostro Paese. Proprio per quest’ultimo punto il Comune di Maltignano ha chiesto un sostegno del Dott. Luigi Gubitosi. Un sostegno, legato ad un impegno economico alquanto minimale nell’ampliare la capacità dell’attuale centrale, vista la connessione della stessa in fibra ottica esistente, con una sicura partecipazione attiva da parte dell’amministrazione comunale per superare quegli ostacoli che spesso la burocrazia osta nel portare avanti i lavori.