Home Cronaca GROTTAMMARE. BILANCIO DEL SINDACO PIERGALLINI SUI BUONI SPESA: 456 LE DOMANDE SODDISFATTE

GROTTAMMARE. BILANCIO DEL SINDACO PIERGALLINI SUI BUONI SPESA: 456 LE DOMANDE SODDISFATTE

233
0
dav

GROTTAMMARE – Il sindaco Enrico Piergallini fa un resoconto del progetto dei Buoni Spesa:
“In questi giorni abbiamo lavorato a testa bassa, senza fare troppo clamore, con la discrezione necessaria, sul progetto dei Buoni Spesa, distribuendo i fondi che il Governo aveva messo a disposizione della nostra Città.

Pensiamo sia utile, ora, a progetto concluso, fare un punto e condividere con voi alcuni dati.

Senza indugi il 3 aprile abbiamo aperto il bando in grado di fotografare con buona precisione lo stato di bisogno di una famiglia. Sono stati presi in considerazione il reddito (inclusa l’eventuale diminuzione subita), il capitale, l’eventuale presa in carico dei Servizi Sociali, la composizione del nucleo, i figli (a carico o meno), gli anziani, i disabili, la presenza di patologie croniche e il tipo di abitazione (proprietà, mutuo, comodato), con particolare attenzione per i senza fissa dimora. Infine è stata data priorità ai nuclei che non disponevano di ulteriori forme di sostegno.

Dal 3 al 10 aprile è stato possibile presentare le domande, – ricorda il primo cittadino – ma l’istruttoria è iniziata immediatamente; infatti già prima di Pasqua, il 10 aprile, 111 famiglie hanno ricevuto la telefonata dall’ufficio con indicazione del buono.

Facciamo un rapido riassunto dei dati: sono pervenute 642 domande, di cui 544 ammesse a valutazione (98 sono state annullate da successive sostituzioni integrali della domanda). 37 domande sono state escluse per essere pervenute oltre il termine, o per dichiarazione del nucleo familiare difforme da quanto registrato in Anagrafe e 51 hanno conseguito un punteggio inferiore al minimo ammissibile per l’erogazione del buono di importo minore (erano necessari 5 punti per il buono da 100 euro).

Complessivamente sono state soddisfatte 456 domande relative a 446 diversi nuclei familiari (10 sono integrazioni o modifiche a domande già presentate). L’erogazione media per nucleo è stata di € 274,10 per un importo complessivo di € 122.250,00 di cui € 106.385,15 provenienti dal Governo.

L’Amministrazione comunale ha deciso di aggiungere € 15.864,85 con proprie risorse, affinché nessuno restasse solo in questo momento di emergenza sociale.

La Giunta ha deciso anche di ammettere coloro che avevano presentato la domanda senza firma, invitandoli a ripresentarla correttamente sottoscritta, e coloro che hanno regolarizzato la posizione in anagrafe prima dell’istruttoria.

Al termine è emersa questa fotografia della situazione grottammarese: solo 33 famiglie erano già in carico ai servizi sociali, 101 quelle che dispongono di un sostegno mentre 181 quelle prive di qualsiasi reddito, di cui 145 prive anche di un qualsiasi sostegno economico. In 310 hanno dichiarato di aver subito una riduzione del proprio reddito a causa della pandemia. In 365 nuclei non ci sono persone sopra i 65 anni, segno che questa crisi economica sta colpendo principalmente le famiglie giovani della nuova generazione, delle quali una su due vive nella precarietà lavorativa.

Siamo riusciti a concludere un lavoro molto impegnativo in poco tempo grazie al grande impegno sincero e appassionato dei dipendenti dei Servizi Sociali che hanno lavorato incessantemente, in modalità smart-working, con due soli obiettivi: consegnare i buoni il prima possibile e aiutare tutti, uno per uno, a non commettere errori nella presentazione. Ciò è dimostrato dal bassissimo tasso di esclusioni, meno del 7% del totale, relativo solo a situazioni non recuperabili.

È necessario, inoltre, ricordare che l’assessorato ai servizi sociali ha attivato una rete di aiuto immediato con pacchi alimentari, dando il via al progetto della “Spesa SOSpesa” in collaborazione con le Caritas parrocchiali di San Pio V, Madonna della Speranza, Gran madre di Dio e l’associazione “I Care”.

Questo progetto continua ad andare avanti solo grazie all’aiuto dei 14 volontari e degli esercizi commerciali che si sono resi disponibili ad partecipare al progetto.
Li ringraziamo tutti pubblicamente:

Acqua Sapone – Via f.lli Rosselli 17
Coal – via Tintoretto 41
Da Ngarà – via Marconi 28
Elite – Via Marche 5
Eurospin – Via Ischia 6
Forno– Il buon pane – Strada Prov. Valtesino 136
Forno Straccia – Strada Prov. Valtesino 215
Forno Tremaroli– P.zza Carducci 6
Forno Troli – Via Leopardi 23
Forno Righetti – Via Cairoli 15
L’alimentare -Via Marconi 137
L’angolo dei sapori – via Cairoli 8
Ottaviani Romolo – Via dei piceni 1
Rita e Venanzio – via Marconi 26
Si con te – Via Bernini 127
Smoll – Via Marconi 32
Tigre Amico – Via Bernini 62
Tommaso Rossi –mercato coperto ortofrutta
Vivo Market – Via Matteotti 55

Infine, grazie, grazie e ancora grazie a tutti voi che, solidalmente, ogni volta che fate la spesa, donate negli appositi carrelli generi di prima necessità” è la conclusione del sindaco Piergallini.