Home Politica GROTTAMMARE. COMUNICAZIONI DEL SINDACO: DOVE E COME INFORMARSI PER LA FASE 2

GROTTAMMARE. COMUNICAZIONI DEL SINDACO: DOVE E COME INFORMARSI PER LA FASE 2

253
0

GROTTAMMARE – Il sindaco di Grottammare, Enrico Piergallini, all’avvio della Fase 2 suggerisce ai concittadini come affrontare questo nuovo periodo, avendo informazioni corrette.

“Circolano sulla rete moltissime slide informative. Non tutte, però, sono puntuali. Ad oggi il modo migliore per trovare le risposte alle vostre domande – forse non a tutte, ma a gran parte di esse – resta la consultazione delle FAQ ufficiali del Governo, che già vi ho segnalato. Esse propongono una casistica molto ampia: tenetele sempre a portata di mano, – afferma il primo cittadino – perché sono certo vi aiuteranno a fugare molti dubbi.

A queste FAQ aggiungo soltanto un documento che abbiamo predisposto come Comune di Grottammare: in esso troverete risposte ad altre domande, molte non presenti nelle FAQ del Governo perché relative a situazioni specifiche della nostra Città e della nostra Regione. http://www.comune.grottammare.ap.it/…/646936703_Faq%20Grott…

Il Governo ha promosso questa nuova fase con il seguente messaggio “Se ami l’Italia, mantieni le distanze”. Non più, dunque, “Io resto a casa”. Il cambiamento è significativo.
La linea rossa non è più la soglia della nostra casa. Molti potranno tornare nei loro luoghi di lavoro. Potremo allontanarci dalle nostre case per fare attività motoria e sportiva. Possiamo spingerci anche oltre i confini del nostro comune, nei limiti dei confini regionali, per alcune esigenze…

Insomma: possiamo cominciare a muovere i primi passi verso il futuro che ci attende, per tentare di far ripartire la nazione passo dopo passo, con la prudenza che è necessaria adottare per gli organismi che, ancora stremati da una malattia, devono trascorrere un periodo di convalescenza.

Prima o poi questo momento doveva arrivare. È normale avere paura, temere che qualcosa possa andare storto. Tuttavia, come si dice popolarmente, “chi ha paura si salva”…
Siate allora molto prudenti. Rispettate le indicazioni delle autorità. Mantenete le distanze. Proteggetevi con guanti e mascherine. In queste due settimane che ci attendono, pur potendo uscire, evitate comunque gli spostamenti non necessari. Le forze dell’ordine continueranno a svolgere controlli costanti sul territorio, ma non possiamo pensare che ci sia un vigile, o un carabiniere, o un poliziotto per ciascuno di noi.

Ciascuno dovrà essere controllore di se stesso.

Il buon esito di questo periodo di prova dipende dalla nostra capacità di interpretare questo momento, dalla nostra responsabilità individuale, dal nostro senso civico, dalla comprensione che la buona salute dell’intera Città è strettamente legata alla buona salute di ciascuno di noi.
Confido in voi. Non torniamo indietro. Non possiamo permettercelo. È in gioco il nostro domani”.