Home Politica Si dimettono i consiglieri di maggioranza: terremoto politico a Cossignano. Prossimo passo...

Si dimettono i consiglieri di maggioranza: terremoto politico a Cossignano. Prossimo passo l’arrivo del commissario prefettizio poi nuove elezioni

297
0

COSSIGNANO – La maggioranza si dimette e a Cossignano finisce dopo un anno, il mandato del sindaco Giancarlo Vesperini.
“Tradisce la fiducia e il rispetto degli impegni presi in campagna elettorale”, afferma il gruppo di maggioranza.
La decisione sarebbe scaturita dopo lunghi mesi di tormentate riflessioni, “sul perdurare di una condotta politica e amministrativa incauta assunta da Giancarlo Vesperini”, si afferma nella nota del gruppo.
“Il 9 maggio, data difficile da dimenticare, tutti i consiglieri di maggioranza di Cossignano hanno rassegnato le proprie dimissioni. Da quando si è insediato, Vesperini non ha mai garantito un rapporto di fiducia e una leale collaborazione con i componenti del gruppo ed ha gravemente privato la maggioranza consiliare di ogni capacità di indirizzo politico. Ha cercato irragionevolmente la discontinuità con il passato, indebolendo e mettendo a rischio iniziative e progetti importanti per la cittadinanza, già messi in campo con tanta fatica e impegno. Nella sua quotidianità ha mostrato totale inadeguatezza ad assolvere i compiti propri del Sindaco, dispregio anche per i più elementari procedimenti amministrativi, confondendo gravemente il rapporto della componente politica con la componente tecnica. Nelle sue richieste ha sempre mostrato di sottovalutare qualsiasi tipo di parere e la rigidità strutturale del bilancio comunale. Si è rilevato completamente slegato da ogni problema reale e da una visione complessiva dell’attività amministrativa che ha subito forti rallentamenti. In un momento di grande difficoltà dettate anche all’emergenza epidiemologica Covid-19 non ha mai coinvolto il gruppo anche delle più semplici valutazioni. In undici mesi di mandato, più volte gli è stato chiesto di prestare ascolto e rispettare gli impegni da lui assunti in campagna elettorale, ma è stato invano. Anzi controproducente. Ha continuato a narrare il solo e suo personale punto di vista, a rappresentare solo se stesso e a mostrare inaspettatamente una serie di limiti. Talvolta si è mostrato anche supponente e irrispettoso. E’ stato tollerato molto, forse pure troppo. Vesperini si è reso infedele alla parola data, tradendo la fiducia dell’intero gruppo ed il mandato elettorale ricevuto non rispettando i fondamenti del programma di mandato approvato nel primo consiglio comunale. Tutto ciò ha portato inevitabilmente a dover rassegnare le dimissioni, dolorose ma necessarie, quale atto di lealtà e responsabilità nei confronti di tutta la Comunità perché il gruppo ha sempre preteso il massimo della serietà e onestà nella guida del paese, un governo locale operoso, affidabile, attento alle esigenze di tutti. Ora, in questa nuova e breve fase transitoria del commissariamento, c’è la certezza che si procederà responsabilmente, come più volte è stato chiesto in questi mesi, con il portare avanti la grande mole di lavoro presente in Comune, servizi ed investimenti frutto di grossi sforzi amministrativi sinora profusi e ottenuti con tanta caparbietà, anche in tempi più difficili causati dalla crisi sismica ma non solo, così come è scritto negli atti amministrativi. Aspetti fondamentali per l’avvenire di Cossignano e che, come è ben noto, stanno molto a cuore a ciascun consigliere dimissionario. Pertanto si ripartirà da qui, dalle cose indispensabili, fiduciosi che la Comunità non dimenticherà l’importante percorso di cambiamento che negli anni è stato fatto tutti insieme e, soprattutto, consapevoli che dagli errori si impara e se ne può uscire più maturi, più forti e uniti di prima”.