Home Cronaca Celebrato il funerale di Divo Coccia, travolto e ucciso. Tante persone per...

Celebrato il funerale di Divo Coccia, travolto e ucciso. Tante persone per salutare Coccia, sul piazzale del convento San Giacomo della Marca

427
0

MONTEPRANDONE – E’ stato celebrato questa mattina, alle ore 10.30, il funerale di Divo Coccia, il 58enne padre di tre figli che ha perso la vita per essere stato travolto, mentre era in bici sul territorio di Monsampolo del Tronto, dall’autovettura di un 27enne residente a Monteprandone, che si era allontanato rapidamente, senza prestare soccorso.
Il rito funebre è stato celebrato sul piazzale del convento di San Giacomo della Marca, lo stesso che per tanti anni ha visto Divo Coccia in prima linea nell’organizzazione e realizzazione della festa in onore del santo, con l’associazione San Giacomo della Marca, di cui era vice presidente: il piazzale è stato affollato da tantissime persone, che nel rispetto del distanziamento sociale imposto dall’epidemia del covid 19 hanno voluto condividere il momento dell’ultimo saluto dello sfortunato padre, che nella sua vita, oltre ad essere marito, padre e lavoratore, si è distinto per l’impegno nel volontariato. Tra gli altri, c’era il sindaco Sergio Loggi e Nerio Fares, presidente dell’associazione San Giacomo della Marca.

Il presidente Nerio Fares, che con Divo Coccia ha condiviso quei momenti lo ricorda con affetto: “Purtroppo trovo ora la forza per ringraziare una Grande persona.
Quando subiamo un lutto, non è facile rialzarsi e riuscire a continuare la nostra vita senza la sua presenza.
Pensando che qualche attimo prima stava con te e poi con incoscienza ti viene portato via, non si trovano parole per questa disgrazia.
In tutti questi anni abbiamo condiviso tantissime cose insieme e tu eri sempre presente.
Quando ti chiamavo tu mi dicevi sempre adesso vengo, sempre disponibile per me e per tutti.
La nostra Associazione non perde solo un vicepresidente, ma perde un amico un fratello e più della mia metà.
A nome di tutta l’ Associazione San Giacomo ti diciamo Grazie Divo, per tutto quello che hai fatto e con grande forza ci stringiamo con dolore alla tua famiglia”.

Anche il sindaco di Monteprandone, Sergio Loggi esprime il suo dispiacere: “Con profondo dispiacere la comunità di Monteprandone perde un caro amico.
Divo sarà ricordato da tutti noi come un uomo altruista e generoso, sempre pronto ad aiutare tutti senza risparmiarsi mai.
Socio fondatore dell’Avis locale e pilastro dell’associazione San Giacomo, ha dato tanto al territorio, soprattutto nel mondo del volontariato.

Da parte mia e di tutta l’Amministrazione comunale porgo le più sentite condoglianze e un forte abbraccio alla moglie Ida e ai figli Mirko, Mattia e Marika”.

“La triste notizia, ci ha lasciato increduli, sgomenti, disorientati…
Chi ha avuto la fortuna di conoscere Divo, sa bene quanto fosse generoso e dedito al volontariato.
Sempre sorridente, per lui la parola d’ordine era “fare”…lasciava ad altri la fase organizzativa sempre ben desideroso di mettersi all’opera per realizzare ciò che altri avevano progettato. Socio fondatore della nostra Avis Comunale, era orgoglioso di farne parte e riusciva a trasmettere i valori avisini con le sue testimonianze di vita.
Grazie di tutto Divo, sei stato un esempio per tutti noi, una brava persona, un bravo padre di famiglia, un grande donatore, il tuo sorriso sarà nei nostri cuori, dove resterà sempre il tuo ricordo”, è il pensiero condiviso sui social dal direttivo dell’Avis di Monteprandone.

Le indagini della polizia stradale della Questura di Ascoli Piceno, basate su testimonianze e sulle immagini di telecamere di sicurezza della zona, ha consentito agli agenti di concentrare le ricerche a Monteprandone ed in particolare, grazie anche ai dati della Motorizzazione civile, nella frazione di Centobuchi. Nel garage di una palazzina è stato individuato il mini suv rosso bordeaux che era stato segnalato, danneggiato nella parte anteriore. La vettura è stata prelevata da un carro attrezzi e sequestrata. In casa c’era il proprietario, un 27enne del posto che è stato arrestato dalla polizia per omicidio stradale e omissione di soccorso.