Home Cronaca Un vertice di sole donne per la struttura del Commissario alla Ricostruzione...

Un vertice di sole donne per la struttura del Commissario alla Ricostruzione Giovanni Legnini

189
0

Claudiana Di Nardo, finora dirigente della Presidenza del Consiglio dei ministri, è il nuovo Direttore Generale della struttura del Commissario alla Ricostruzione dei territori colpiti dal sisma del 2016. La sua nomina arriva insieme a quella di Francesca Pazzaglia, ingegnere, dirigente dell’Ufficio ricostruzione Umbria, alla guida dell’Area Ricostruzione.

I due decreti di nomina firmati dal Commissario Giovanni Legnini, dopo una selezione pubblica, completano il nuovo assetto di vertice dirigenziale della struttura, che conta anche Patrizia Fratini all’Area Personale, risorse e contabilità, ed Elettra Rinaldi a capo della Segreteria tecnica, ed è composto interamente da donne.

“La definizione della nuova struttura dirigenziale ed il completamento degli Uffici di Staff sono un passaggio essenziale, insieme al rafforzamento del personale che stiamo attuando, per consentire a questa struttura di affrontare adeguatamente i tanti e difficili compiti che deve svolgere” ha detto il Commissario Legnini, congratulandosi con le nuove dirigenti.

“La ricostruzione del Centro Italia dopo il terremoto del 2016 affidata al Commissario e alla struttura – ha sottolineato Legnini – è molto più che un semplice lavoro. E’ un dovere nei confronti delle popolazioni colpite, e una missione civica e morale per la nostra squadra e per ciascuno di noi”.

Due diligence sulla ricostruzione
La vacanza delle figure dirigenziali, così come di circa la metà del personale previsto dalla pianta organica, è per inciso uno dei punti di maggior criticità sottolineati dal rapporto di Due Diligence affidato ad Invitalia dal Commissario due mesi fa, al momento del suo insediamento, per avere un quadro completo della situazione e delle attività amministrative e finanziarie della struttura, che viene pubblicato oggi sul sito internet www.sisma2016.gov.it. Il Rapporto evidenzia numerosi problemi sotto il profilo gestionale ed amministrativo ai quali si sta facendo fronte con una serie di azioni strutturali che vengono delineate in una nota di accompagnamento.