Home Cronaca Ascoli, Ordinanza del Sindaco sulla somministrazione delle bevande alcoliche

Ascoli, Ordinanza del Sindaco sulla somministrazione delle bevande alcoliche

1047
0
L’amministrazione Comunale informa che, nel periodo dell’attuale gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 ed all’interno del
territorio urbano del centro storico, zona 1, come delimitato dal vigente Piano Regolatore
Generale, sono attuate le seguenti disposizioni:
1) il divieto di vendita e somministrazione di tutti gli alimenti e bevande (alcoliche e
analcoliche) in contenitori che possano risultare di pericolo per la pubblica incolumità, quali
bicchieri e bottiglie di vetro e lattine;
2) l’obbligo a carico di tutte le attività che effettuano la vendita di bevande in contenitori di
plastica di aprire e togliere preventivamente i tappi di tali contenitori;
3) il divieto di utilizzo di bicchieri e bottiglie di vetro, di lattine e di contenitori pericolosi per la
pubblica incolumità, per il consumo di alimenti e bevande, nelle aree pubbliche ed aperte al
pubblico.
ll divieto di cui al precedente punto
1) non opera nel caso in cui la somministrazione e la
conseguente consumazione avvengano all’interno dei locali e delle aree del pubblico esercizio
o nelle aree pubbliche esterne, di pertinenza dell’attività, legittimamente autorizzate con
occupazione di suolo pubblico. È altresì prescritto per gli esercenti le attività di vendita e somministrazione di alimenti e
bevande:
– l’obbligo di posizionare idonei contenitori per la raccolta dei rifiuti, che non dovranno
essere abbandonati sul suolo pubblico o aperto al pubblico;
– l’obbligo, prima della chiusura dell’attività, di effettuare un’accurata pulizia degli spazi
antistanti (inclusa strada e marciapiede) delle aree utilizzate per gli allestimenti esterni con
tavoli e sedie, rispettando le regole per il conferimento dei rifiuti secondo la raccolta
differenziata;
– di avvalersi delle procedure più veloci per contattare le Forze di Polizia al fine di
allontanare ed isolare clienti molesti, ubriachi e minorenni che chiedono da bere
nonostante i divieti;
– di porre in essere ogni azione finalizzata ad evitare assembramenti all’esterno e nelle
immediate vicinanze della attività