Home Prima Pagina Ancora pochi giorni per presentare domanda al concorso per l’assunzione all’Ufficio Speciale...

Ancora pochi giorni per presentare domanda al concorso per l’assunzione all’Ufficio Speciale Ricostruzione Marche

317
0

La Regione Marche ha indetto un bando di concorso per l’assunzione di 197 risorse da inserire nell’Ufficio speciale per la ricostruzione delle Marche.

La selezione è rivolta a laureati e diplomati che saranno assunti con un contratto a tempo determinato. Vediamo quali sono i requisiti e come inviare la domanda di ammissione al concorso. Il concorso, per titoli ed esami, è rivolto a laureati e diplomati che saranno assunti con un contratto a tempo pieno e determinato per le esigenze dell’USR, Ufficio speciale per la ricostruzione delle Marche.

I posti, come anticipato in apertura, sono in totale 197 distribuite:

50 posti come assistente amministrativo contabile;
12 posti come funzionario amministrativo e finanziario;
90 posti come assistente tecnico specialista;
40 posti come funzionario tecnico specialista;
5 posti come assistente dei sistemi informativi tecnologici.
Le sedi di lavoro sono indicate nel bando, ma possono variare per esigenze aziendali. Inoltre, al termine della procedura concorsuale sarà formata una graduatoria che verrà utilizzata per durata della gestione straordinaria della ricostruzione ad oggi fissata al 31 dicembre 2020.

Infine, i candidati per partecipare al concorso devono essere in possesso dei seguenti requisiti: diploma o laurea tra quelli specificati nel bando, in base alla posizione per la quale ci si candida; requisiti generali per l’accesso ai concorsi nella pubblica amministrazione.
La domanda di partecipazione al concorso deve essere compilata in modalità telematica, entro il 4 luglio 2020, accedendo al sito regionale, sezione Regione utile>Ricostruzione Marche>Concorsi.

Il concorso prevede lo svolgimento di una prova scritta, alla quale accedono con riserva i candidati sulla base del punteggio attribuito ai titoli dichiarati nella domanda di partecipazione. Invece, negli articoli 6 e 7 sono indicati rispettivamente la valutazione dei titoli e le materie oggetto d’esame dei singoli profili professionali.