Home Prima Pagina Grottammare comune ciclabile. La Fiab rinnova. Unico nel sud delle Marche. Sono...

Grottammare comune ciclabile. La Fiab rinnova. Unico nel sud delle Marche. Sono 136 in tutta Italia

148
0
dav

L’istituzione della delega “Spazio pubblico bene comune” è valsa a Grottammare la conferma delle tre biciclette di “Comune Ciclabile”. L’ufficialità è avvenuta ieri, nel corso di una cerimonia a Pineto, in Abruzzo, alla presenza del presidente della Federazione italiana Ambiente e Bicicletta, Alessandro Tursi.

Il marchio “ComuniCiclabili” attesta il grado di ciclabilità dei Comuni, cioè quell’insieme di infrastrutture e iniziative che rendono una località adatta ad essere vissuta e visitata in bicicletta. Con i suoi 11,2 km di piste ciclabili, di cui 7,93 in rete (cioè non isolate ma collegate ad altre piste ciclabili o ciclopedonali) e 3,27 km di corsie ciclabili (cioè a raso in carreggiata, senza delimitazione fisica), dal 2017 Grottammare è l’unica realtà del sud delle Marche a rientrare in questo speciale elenco certificato che, per quanto riguarda il 2020, è composto da 136 località in tutta la penisola, di cui 6 nelle Marche.

Un titolo da investire nelle politiche dell’accoglienza turistica: sono sempre di più le persone che hanno necessità di informazioni per valutare, con criteri omogenei, quanto una località sia realmente a misura di bicicletta e quindi sceglierla per le vacanze. Non a caso, le piste ciclabili cittadine sono state ampiamente valorizzate nel nuovo video di promozione turistica della Città di Grottammare, presentato ufficialmente domenica scorsa (visibile alla pagina Facebook Città di Grottammare).

L’assegnazione del numero di biciclette (“smile bikes”, variabili da un minimo di 1 a un massimo di 5) da esibire sulla bandiera Fiab avviene in base alla valutazione che tiene conto di tutte le azioni spese nel campo delle politiche di sostenibilità cittadina. Nella scheda valutativa, infatti, sono stati inseriti anche i dati relativi alle superfici di aree e zone pedonali (17.500 mq) e di zone a traffico limitato (1500 mq).

La finalità del progetto “ComuniCiclabili” è di innescare la progressiva trasformazione dei centri abitati verso una maggiore diffusione della mobilità in bicicletta, come conferma l’assessore alla Sostenibilità, Alessandra Biocca, che ha ritirato la bandiera a Pineto: “Per il terzo anno Grottammare conquista il prestigioso vessillo a testimonianza del buon percorso attivato su questo fronte dall’ Amministrazione comunale, impegnata a sostenere la vivibilità della nostra Città. Oggi più che mai è necessario pensare che una città che si muove sostenibilmente è una città più sana, che pensa al suo futuro, alle nuove generazioni e al territorio come spazio pubblico bene comune”.

Home

Valutazioni sintetiche ComuniCiclabili 3^ edizione