Home Politica Ascoli, Inaugurata la sede elettorale di Andrea Maria Antonini (Lega): “Visiterò tutto...

Ascoli, Inaugurata la sede elettorale di Andrea Maria Antonini (Lega): “Visiterò tutto il Piceno in sella alla mia storica Vespa”

297
0

“Il 20 e 21 settembre abbiamo una grande occasione: riscattare finalmente un
Piceno dimenticato per 50 anni dalla sinistra”. Comincia così il discorso con cui il
candidato della Lega alle prossime Elezioni regionali Andrea Antonini ha dato il via
ieri sera all’inaugurazione della sede ascolana in via Del Duca.
In una strada gremita dalla folla e insieme dell’Eurodeputato Matteo Adinolfi, del
sindaco di Ascoli Marco Fioravanti e di tanti amministratori giunti da tutta la
provincia, il capolista della Circoscrizione Piceno ha tracciato il suo programma
elettorale: “Un recente studio afferma che se le Marche e la nostra provincia
fossero più accessibili il Pil crescerebbe del 15%.

Bisogna, quindi, puntare sulle
infrastrutture: dalla ferrovia Ascoli-Antrodoco alla corsa tra il capoluogo e
l’aeroporto di Falconara, la terza corsia A14 e il terzo braccio del porto di San
Benedetto”.

Altro capitolo il rilancio economico: “Istituire tramite la Ue una Zona
Economica Speciale: zero tasse, zero burocrazia per almeno 7 anni, basta
contributi e bonus a pioggia per attrarre solo bacini di voti”. Antonini, quindi, ha
parlato della modifica della legge regionale sulle case popolari (“Requisiti più
stringenti e controlli periodici sugli assegnatari) e post sisma: “Si parla di
ricostruzione da quattro anni, ma le macerie sono tutte lì. E il Pd dà la colpa a
Salvini”.

Quindi ecco l’atteso annuncio sulla propria campagna elettorale: “Nelle prossime
settimane insieme alla mia storica Vespa 50 girerò tutti e trentatré i comuni del
Piceno: paese per paese voglio convincere ogni cittadino che il nostro territorio
merita molto ma molto di più dalla sua Regione”.

Il tour elettorale si chiamerà
‘Vespa33 – Destinazione Piceno’ e partirà mercoledì 2 settembre da Piazza del
Popolo ad Ascoli per attraversare i primi comuni della Vallata.