Home Eventi A Offida va in scena Orfeo agli Inferi, l’operetta di Offenbach

A Offida va in scena Orfeo agli Inferi, l’operetta di Offenbach

120
0
La piazza di Offida

Orfeo agli Inferi è l’operetta in due atti composta da Jacques Offenbach, che andrà in scena il 5 alle ore 21:15 e il 6 settembre alle ore 18, al Serpente Aureo di Offida.

La trama riprende, in chiave comico-satirica, la vicenda mitologica della discesa di Orfeo agli inferi per riportare alla vita l’amata Euridice. Nel presentare gli dei dell’Olimpo come
meschini e ridicoli personaggi, Offenbach diede all’opera un sapore che a parte del pubblico borghese dell’epoca poté apparire addirittura scandaloso e dissacrante; ma la maggior parte avvertì anche che, sotto la farsa, si celava una satira corrosiva del Secondo Impero e della nuova nobiltà borghese di Napoleone III.

Questa operetta è famosa soprattutto per il celebre e ormai famoso can-can (in realtà, un galop), lo scatenato ballo
che divenne molto popolare, caratterizzato dal movimento delle ballerine che alzavano le gambe seguendo il tempo di una musica molto veloce e ritmata.
La Regia è affidata al Soprano Ilaria Galgani, l’orchestra “Offenbach Ensemble” sarà diretta dal Maestro Stephen Kramer, la coreografia sarà a cura di Lucilla Seghetti.
L’allestimento scenico e le luci sono di Ambra Vespasiani.
Dal 2 al 4 settembre si è svolta invece Ensemble Operattivamente a cura della Fondazione “Lavoro per la Persona” che non ha rinunciato al suo Campus Educativo dedicato alla musica lirica, all’ascolto e all’incontro con l’altro che si avvale, come sempre,
della preziosa collaborazione di Sara D’Angelo (Università di Macerata).

Il laboratorio, rivolto ai ragazzi dagli 8 agli 11 anni, quest’anno ha portato alla scoperta di Madama Butterfly attraverso letture rielaborate del testo, laboratori manuali e ascolti.
“L’appuntamento con la grande musica è irrinunciabile per Offida – commenta l’Assessore alla Cultura, Isabella Bosano – e il laboratorio Operattivamente, quest’anno, si intreccia con l’operetta, i partecipanti avranno infatti una piccola parte attiva sul palcoscenico”.