Home Politica Ascoli, Le scuse di Spinozzi non convincono Andrea Maria Antonini: “Devolverò il...

Ascoli, Le scuse di Spinozzi non convincono Andrea Maria Antonini: “Devolverò il risarcimento all’Associazione Caduti”

261
0
Andrea Maria Antonini, candidato regionale della Lega

ANTONINI E LE SCUSE DI SPINOZZI: “MOTIVAZIONI RIDICOLE. DEVOLVERO’ IL
RISARCIMENTO PER LA DIFFAMAZIONE AD ASSOCIAZIONI PER I CADUTI”.

“Ho letto le sue scuse. Le avrei accettate se solo non avessi letto le pretestuose e
inconsistenti motivazioni che ha addotto in giustificazione dell’inqualificabile
gesto”.
Il candidato della Lega Andrea Maria Antonini commenta così le spiegazioni date da
Luciano Spinozzi a mezzo stampa riguardo le sue offese su Facebook all’indirizzo
del leghista (‘Antonini si legasse pure. Ma con una corda col nodo scorsoio …un
buon ramo glielo togliamo’).

L’esponente di ‘Risorgi Marche’, lista in appoggio al candidato governatore
Mangialardi, ha parlato di “frase metaforicamente riferita alle affermazioni della
destra leghista in campagna elettorale. Io rispetto le regole democratiche.
Facessero altrettanto i leghisti nei convegni che tengono. Io non ho augurato la
morte a nessuno, compreso i molti disgraziati che rischiano la vita attraversando il
Mediterraneo”.

“In queste settimane non solo non ho mai trattato in modo violento un tema
delicato come quello dell’immigrazione – spiega Antonini -, ma soprattutto non ho
mai offeso alcuna persona. Spinozzi da una parte chiede formalmente scusa e
dall’altra motiva il suo atto, di per sé ingiustificabile, con presupposti ridicoli e
inesistenti. Mi verrebbe da dire che in certi casi ‘la pezza è peggio del buco’. Per
questo mi risulta difficile credere alle sue parole”.

Antonini quindi, aggiunge: “Se la stessa azione fosse accaduta a parti invertite
avrei avuto giornalisti sotto casa, la mia faccia sulle tv nazionali e forse qualche
interrogazione parlamentare. Invece, a parte qualche attestato di solidarietà di
singoli esponenti e di Italia Viva che ringrazio, aspetto ancora che si esprima il
signor Mangialardi, come capo della coalizione per la quale si è candidato
Spinozzi. Un silenzio a dir poco preoccupante”.

In conclusione, il candidato della Lega dice: “In attesa che la giustizia faccia il suo
corso, sto individuando quelle associazioni nate in memoria dei caduti dei fatti di
terrorismo e delle forze dell’ordine alle quali devolverò l’intera somma che riceverò
a titolo di risarcimento per la diffamazione subita”