Home Cronaca Coronavirus: Marche, ricoverati Terapia intensiva da 2 a 6. Gores, numero degenti...

Coronavirus: Marche, ricoverati Terapia intensiva da 2 a 6. Gores, numero degenti resta 30. Positivi isolati in casa 783

304
0
Quando il Covid-19 provoca un doppio danno al polmone, rovinando sia gli alveoli che i capillari polmonari, la mortalità dei pazienti in terapia intensiva aumenta sensibilmente. E' il meccanismo scoperto e descritto da uno studio italiano, capofila il Sant'Orsola di Bologna e pubblicato su Lancet Respiratory Medicine il 27 agosto, i cui risultati consentiranno di individuare rapidamente chi è più a rischio, così da mirare le terapie. Due esami identificano questa condizione la cui diagnosi precoce, assieme al supporto delle massime cure disponibili in terapia intensiva, si stima possa portare a un calo della mortalità fino al 50%. ANSA/POLICLINICO DI SAN ORSOLA Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna EDITORIAL USE ONLY NO SALES

E’ salito da due a sei, nelle ultime 24ore, il numero di ricoverati per Covid-19 in Terapia intensiva nelle Marche: un paziente in più in Intensiva ad Ancona (da 1 a 2), un nuovo degente a Marche Nord e due in più a San Benedetto del Tronto (da 1 a 3).
Mentre si svuota contemporaneamente il reparto di Semi intensiva a San Benedetto (-2). Gli altri ricoverati sono assistiti ad Ancona (in tutto 11 tra cui uno in Clinica pediatrica, una in Ostetricia e ginecologia e 9 in Malattie infettive), quattro a Marche Nord e nove a Fermo (erano 10 il giorno prima). Restano 12 gli ospiti di strutture territoriali (tutti nella Rsa di Campofilone nel Fermano).Il Gores comunica, inoltre, che i positivi in isolamento domiciliare risultano in sensibile aumento (da 765 a 783) mentre gli isolati in casa per contatti con contagiate scendono da 2.419 a 2.407; 292 hanno sintomi, 67 sono operatori sanitari).
Intanto continuano ad aumentare i guariti (da 6.170 a 6.180)