Home Cultura & Spettacolo Dal cinema Olimpia alla Bottega del Terzo settore: rigenerare spazi e luoghi...

Dal cinema Olimpia alla Bottega del Terzo settore: rigenerare spazi e luoghi di comunità. Una mostra fotografica per il 3° compleanno dell’associazione

258
0

ASCOLI – In occasione del terzo compleanno, l’associazione Bottega del Terzo Settore ha allestito una mostra fotografica che rappresenta la storia e l’evoluzione del Cinema Olimpia, attuale sede dell’associazione, la quale nel corso degli anni ha mantenuto sempre intatta la sua anima di centro di aggregazione sociale.
L’edifico fu inaugurato ad Ascoli Piceno il 9 marzo 1915, con lo scopo di ospitare una sala cinematografica; progettato da Vincenzo Pilotti, architetto ascolano, fu chiuso negli anni ’70 e dopo decenni di inutilizzo si trovava in uno stato di completo degrado.
La Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno ha acquistato l’immobile nel 2010 e ha dato il via ad una complessa operazione di restauro e riqualificazione; l’edificio ga riaperto al pubblico il 1° ottobre 2017, con una nuova veste, quella di sede dell’Associazione Bottega del Terzo Settore, che attualmente ingloba 162 enti non profit attivi nel territorio della provincia di Ascoli Piceno, dal mare alla montagna, passando per la Vallata del Tronto.
È uno spazio aperto a studenti, lavoratori, associazioni ed organizzazioni che ogni giorno si impegna per rafforzare la sua identità: una rete di persone che costruisce relazioni in grado di liberare il potenziale della comunità, accompagnando economie sostenibili per il bene comune.
L’edificio, inoltre, ospita gli uffici della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno; gli uffici del Centro servizio volontariato di Ascoli Piceno e grazie alla collaborazione con Microsoft, Samsung ed EasyDom, è dotato di sistemi avanzati di domotica che hanno l’obiettivo di facilitare la partecipazione alle attività organizzate al suo interno.
Dunque, la mostra fotografica, allestita presso lo spazio eventi di Bottega del Terzo Settore, in Corso Trento e Trieste 18 ad Ascoli Piceno, ripercorre le tre fasi più importanti che hanno caratterizzato la vita dell’edificio:
Gli albori; La fase di abbandono e di successiva ristrutturazione;
La mostra sarà accessibile dal 5 al 20 ottobre, dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 17:30, nel rispetto delle normative anti covid: l’ingresso sarà consentito ad un massimo di 5 persone alla volta, ognuna delle quali dovrà munirsi di mascherina, disinfettarsi le mani all’ingresso e misurare la temperatura corporea prima di poter procedere.
Per qualsiasi informazione è possibile rivolgersi alla Segreteria organizzativa dell’Associazione Bottega del Terzo settore: claudia.pucciarelli@bottegaterzosettore.it 0736 248733.