Home Cronaca Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica: incontro per il monitoraggio...

Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica: incontro per il monitoraggio delle misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19

221
0

E’ stata esaminata la situazione relativa all’andamento dell’emergenza epidemiologica del COVID-19, anche alla luce degli ultimi provvedimenti governativi emanati, nel corso della settimanale riunione in videoconferenza del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, con i Sindaci della provincia, i vertici delle Forze dell’Ordine, il Direttore dell’Area Vasta n.5 ed il Direttore del Servizio Igiene, Epidemiologia e Sanità Pubblica dell’Area Vasta 5.

“Dopo ampio e costruttivo confronto, durante il quale i Sindaci hanno dato atto della costante collaborazione tra le Istituzioni interessate, è emerso che la situazione presenta aspetti critici dal punto di vista sanitario atteso che i casi che richiedono il ricovero nelle due strutture ospedaliere presenti nel territorio piceno sono in crescente aumento e, pertanto, sono stati intrapresi interventi volti a reperire ulteriori disponibilità”, fanno sapere dalla Prefettura di Ascoli Piceno.

I costanti controlli sulla osservanza delle norme vigenti da parte delle Forze dell’Ordine hanno rilevato che la cittadinanza si attiene alle disposizioni varate e che non si registrano, al momento, manifestazioni di piazza organizzate per contestare le scelte del Governo con particolare riguardo alle categorie economiche della provincia.

“Nel corso dell’incontro il consesso ha approvato, altresì, i progetti presentati da n. 17 Comuni relativi alla realizzazione di impianti di videosorveglianza sui territori di appartenenza, finanziati dallo Stato con la partecipazione di risorse economiche degli Enti”, afferma il Vice Prefetto Trematerra.

Il Prefetto, nel ringraziare i Sindaci, le Forze dell’Ordine e i responsabili sanitari dell’Area Vasta n. 5 per l’incessante lavoro sin qui svolto, ha raccomandato il mantenimento dell’attuale livello delle attività di controllo auspicando, altresì, la continuazione della collaborazione tra le istituzioni coinvolte al fine di fronteggiare al meglio l’emergenza sanitaria in atto.