Home Prima Pagina Il comune di Castel di Lama partecipa al bando Sport e Periferie...

Il comune di Castel di Lama partecipa al bando Sport e Periferie 2020

167
0

Presentata la richiesta di finanziamento per il rifacimento della pista di atletica leggera e di altre opere di adeguamento e di efficientamento del Campo Sportivo Comunale di Via Tevere.

Il progetto esecutivo, composto da documenti ed elaborati grafici– commenta l’Assessore Gabriele Gagliardi – è stato inserito nella piattaforma informatica predisposta dalla Società Sport e Salute, lo scorso 29 ottobre. Grazie al lavoro sinergico tra il nostro Ufficio Tecnico Comunale e la ASD Mezzofondo Club Ascoli, abbiamo presentato la richiesta di finanziamento, nell’ambito del bando “Sport e periferie 2020” promosso dall’Ufficio per lo sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri”.

Si tratta di un intervento che era già stato presentato e finanziato – parzialmente rispetto a quello odierno – alla ASD Mezzofondo Club Ascoli nell’ambito del 2° piano pluriennale degli interventi del suddetto bando, da attuarsi nel triennio 2019/21 ma al quale l’ASD aveva dovuto rinunciare perché il finanziamento di 200 mila euro non era sufficiente per completare l’opera. Il nuovo bando “Sport e periferie 2020” ha invece modificato in maniera importante i criteri di accesso ai finanziamenti, ma abbiamo rivisto e adeguato il progetto rendendolo immediatamente cantierabile.

Il valore totale dell’intervento – continua Gagliardi –  è pari a 700 mila euro senza gravare sulle casse dell’Ente. Ora bisogna incrociare le dita e sperare di rientrare nella graduatoria degli interventi finanziati ma, comunque sia, esiste un progetto esecutivo che potrà sempre essere utilizzato qualora si intercettassero altri bandi di finanziamento. Rimanendo sempre in tema, volevo anche aggiornare sullo stato di avanzamento del bando “Sport e periferie 2018” di cui siamo beneficiari. In questi giorni si è conclusa la trattativa su ME.PA. per l’affidamento della progettazione esecutiva della copertura della pista di pattinaggio e della riqualificazione dell’intera area compresa la costruzione di nuovi spogliatoi. L’Ingegnere Federico Palestini, specializzato in ingegneria strutturale ha accettato e si è presentato con un pool composto dal geometra Andrea Virgili e dal geometra Alessandro De Luca, mentre i sondaggi geologici sono stati affidati al Geologo Clemente Folchi Vici. Ora attendiamo la pubblicazione da parte della responsabile dell’Ufficio tecnico, l’ing. Fabiola Ciotti delle determine di affidamento e poi si parte con la progettazione. Contiamo di avere il progetto completo entro metà Gennaio 2021 e speriamo di avviare il cantiere intorno a Maggio/Giugno per poi chiuderlo entro l’anno. Anche questo è un lavoro che si aggira intorno ai 680 mila euro di cui 500 mila finanziati dall’Ufficio per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri”.