Home Cronaca Ameli attacca la Ciip:”Al Fermano l’acqua buona, al Piceno discariche e bollette...

Ameli attacca la Ciip:”Al Fermano l’acqua buona, al Piceno discariche e bollette salate”

196
0

Il consigliere comunale di Ascoli, Francesco Ameli, esponente del Partito Democratico, attacca la Ciip Spa.

“È stata attivata una nuova captazione a Capodacqua, di Arquata del Tronto, e a seguito di questa apertura la Ciip ha comunicato che verranno interrotte diverse chiusure notturne.” – ci spiega Ameli.

”Ora casualmente, l’interruzione delle chiusure avverrà esclusivamente nel Fermano, mentre in gran parte del Piceno questa cosa non avviene”.

Comuni Vallata. “Nei comuni di  Castel Di Lama, Offida, Castorano, Spinetoli, Monteprandone, Acquaviva, Castignano, Colli, Monsampolo, Montalto, San Benedetto del Tronto e Ripatransone continueranno le chiusure notturne in molti quartieri. Con l’acqua del Vettore, si va a privilegiare il Fermano anziché il Piceno.

Acqua “colorata”. “Nel Piceno continuano a permanere problemi importanti per il colore dell’acqua, spesso rossiccia.Tanti cittadini continuano inoltre a lamentare un gusto diverso perché ad Ascoli beviamo acqua di pozzo.”

Discarica. “Unitamente a questo, la beffa! Abbiamo appreso che la Ciip Spa vuole investire su una discarica per portare i fanghi della depurazione in Alto Bretta.
La discarica dell’Alto Bretta sarà utilizzata per i fanghi della Ciip.
Nel Piceno, nuove discariche, l’acqua di pozzo che continuiamo a bere ad Ascoli, la permanenza delle chiusure notturne nello comuni della Vallata del Tronto, e a Fermo l’acqua buona e nessuna interruzione notturna.
Potranno dire che sia una scelta tecnica? La tecnica è seguita sempre dalla politica, se non ci sono chiari indirizzi politici, poi la tecnica si applica.”

Costo delle bollette. “Reputo sia un fatto grave. Come se l’acqua fosse champagne. I cittadini devono comprare acqua in bottiglia, pagando un ulteriore costo che dovrebbe uscire dal rubinetto.”

Questione ambientale. “Se ogni famiglia consuma in media quattro bottiglie al giorno, quanto impatto ambientale potrà esserci?”