Home Politica Ascoli Piceno e Provincia MICHELE SILLA NUOVO COORDINATORE DELLA LEGA DI CUPRA MARITTIMA

MICHELE SILLA NUOVO COORDINATORE DELLA LEGA DI CUPRA MARITTIMA

415
0

GROTTAMMARE – Michele Silla è stato nominato coordinatore cittadino della Lega di Cupra Marittima.

“Vorrei rivolgere i miei più sentiti ringraziamenti al Commissario Regionale Lega Marche, Onorevole Riccardo Augusto Marchetti ed al Commissario Provinciale Enrico Fioroni, per la nomina del sottoscritto quale Responsabile cittadino Lega di Cupra Marittima, -afferma il neo coordinatore – ringraziando nel contempo coloro che mi hanno preceduto, per l’impagabile lavoro finora svolto.
Sono entusiasta ed onorato per la fiducia e la stima che mi sono concesse, ed impaziente di potermi mettere al servizio della collettività, sotto la guida politica del nostro Segretario Federale Matteo Salvini.
Posso garantire che mi spenderò con determinazione e tenacia, per ripagare la fiducia in me riposta, con impegno e dedizione totali, nella convinzione che il confronto ed il rapporto con i cittadini siano il più importante nutrimento di un’attenta ed effettiva democrazia, volta al miglioramento delle condizioni di vita nel nostro Paese ed al rafforzamento del radicamento sociale e politico del Partito, che ho il privilegio di rappresentare, nel tessuto delle comunità locali.
La ricetta che mi prefiggo di realizzare è basata sul forte impegno da parte di tutti, tesserati e simpatizzanti, che a vario titolo contribuiscono a portare avanti le istanze e le esigenze dei cittadini tutti, nel rispetto dei valori che ci caratterizzano.
Le porte del partito saranno aperte a tutti, senza pregiudizi ed egoismi, con il coinvolgimento costante delle istituzioni locali ed extra-locali, con senso di responsabilità e nel totale rispetto dei ruoli, all’insegna della massima disponibilità al dialogo civile e costruttivo”, è la conclusione di Silla, che attualmente ricopre l’incarico provinciale dell’organizzazione.
“Si tratta di un ruolo con ampi poteri, che prevede fra le varie cose la supervisione sull’operato dei Consiglieri, l’essere informato su mozioni o interrogazioni e valutare se queste possono tornare utili a tutte le amministrazioni provinciali”, sottolinea Silla.