Home Prima Pagina A Grottammare un pump track nel Parco ciclistico “Calise”. Divertimento in sicurezza...

A Grottammare un pump track nel Parco ciclistico “Calise”. Divertimento in sicurezza per avviare i più piccoli allo sport della bicicletta

502
0

GROTTAMMARE – La giunta comunale di Grottammare ha accolto il progetto di realizzare un circuito “pump track” all’interno dell’area sportiva pubblica “Daniela Calise” dedicata al ciclismo in sicurezza, in zona Tesino.
La costruzione della nuova attrezzatura sarà accompagnata da interventi di miglioramento, studiati sia per la zona verde e che per il percorso ciclabile stesso, per un valore complessivo di 30.000 euro.
Si prospettano così nuove attrazioni, per il Parco ciclistico dedicato a Daniela Calise, una giovane ciclista grottammarese scomparsa nel 1997, all’età di 15 anni, durante gli allenamenti in strada: è una struttura outdoor inaugurata nel 2009, per promuovere le due ruote tra i più piccoli, creando per loro un luogo al sicuro dai pericoli della strada (più note a margine).
Ciò che si intende realizzare ne amplia le potenzialità, con un’offerta moderna e divertente. Si trova in via Pablo Picasso (nei pressi della rotatoria SS16, non lontano dal casello autostradale). È un’area verde attrezzata per la pratica del ciclismo, secondo le caratteristiche tecniche dettate dal CONI. Si estende su circa 18.000 mq, recuperati in parte da un’area dismessa delle Ferrovie dello Stato che si trova sulla sponda nord del fiume Tesino. Il suo utilizzo è aperto a tutti e gratuito.
Il parco nasce dall’idea di recuperare una zona degradata della città per dotarla di uno spazio dove bambini e bambine potessero praticare lo sport della bicicletta in sicurezza, evitando di percorrere le strade della mobilità tradizionale. Nell’intitolazione, la memoria di questo intento: il parco, appunto è dedicato a Daniela Calise.

Il pump track è un tracciato chiuso, composto da dossi, compressioni e paraboliche, che deve essere percorso senza l’ausilio della pedalata, solitamente in sella a una mountain bike. La pratica porta il ciclista ad affinare le capacità di equilibrio, di controllo del mezzo e del proprio corpo, e ad alzare i livelli di attenzione nei confronti del pericolo; oltre a un gran divertimento, è un allenamento aerobico adatto a tutte le età.
La struttura, progettata dall’architetto Simone Belotti dell’area Gestione del Patrimonio, ha una lunghezza di 110 metri per 1,20 metri di larghezza. Verrà realizzata sul fronte est della pista ciclistica, montando elementi semilavorati su un tracciato base in calcestruzzo armato.

Aumentare l’offerta sportiva, migliorando e potenziando le strutture cittadine, è alla base della decisione: “L’idea – dichiara il vice sindaco Alessandro Rocchi – è quella di mettere a disposizione un’attrezzatura sportiva per bambini e non solo, dove poter prendere dimestichezza con la bicicletta, in particolare nelle curve e nei dossi. Il parco Calise è il posto ideale: un parco pubblico recintato, dove i bambini possono pedalare in sicurezza. Siamo sicuri che grazie a questa novità sarà anche più frequentato”.