Home Cronaca Ascoli Piceno e Provincia Ascoli, Il Gruppo Giocamondo si aggiudica il premio ‘Parola d’Impresa’ per il...

Ascoli, Il Gruppo Giocamondo si aggiudica il premio ‘Parola d’Impresa’ per il miglior progetto regionale di comunicazione digitale

371
0
Premio Parola d'impresa al Gruppo Giocamondo

Importante riconoscimento a livello regionale per il tour operator ascolano “Giocamondo”, da anni ai vertici nazionali nel settore delle vacanze per ragazzi. Il Gruppo presieduto da Stefano De Angelis è stato premiato  nell’ambito del concorso “Parola d’impresa”, organizzato da Confindustria Marche Nord, per il “Miglior progetto di comunicazione digitale”.  La cerimonia di consegna del premio è avvenuta ieri nella sede di Confindustria Marche Nord ad Ancona, alla presenza dell’ideatore dell’iniziativa, il vice presidente della piccola industria Diego Mingarelli, a conclusione  del convegno “Comunicare l’impresa” che ha visto anche la partecipazione di Antonio Fazzari, importante esperto di marketing e comunicazione.

A ritirare il premio assegnato a Giocamondo da una specifica commissione tecnica – e consegnato dalla professoressa Pascucci della Politecnica delle Marche – è stato il presidente, Stefano De Angelis, accompagnato da alcuni componenti dello staff aziendale per la comunicazione e rappresentanti dell’agenzia Webeing.net (che ha collaborato alla realizzazione del progetto premiato).

“Ricevere un premio come questo – ha sottolineato De Angelis – è un onore e un piacere e contribuisce anche ad alimentare l’autostima di chi svolge il proprio lavoro con tanta passione e serietà. Il settore del turismo è sicuramente il più colpito da questa pandemia. Da questo punto di vista il 2020 è stato un anno da dimenticare, con il 95% in meno di fatturato. Ma noi continuiamo a crederci e restiamo fiduciosi e ottimisti, auspicando che il 2021 sia migliore.

In oltre 15 anni di attività abbiamo sempre creduto molto, e continuiamo a farlo, nella comunicazione e nell’importanza di comunicare bene. A maggior ragione per il fatto che lavoriamo con i ragazzi e le loro famiglie  e dobbiamo mandare messaggi rassicuranti. E questo ci ha portato ad avere un rapporto di grande fiducia con i nostri clienti, tanto da arrivare ad essere la sesta realtà del settore nel panorama nazionale”.