Home Cronaca Ascoli Piceno e Provincia Ascoli, Enti di promozione sportiva Marche uniti in occasione delle elezioni regionali...

Ascoli, Enti di promozione sportiva Marche uniti in occasione delle elezioni regionali Coni

313
0

Il Coordinamento degli Enti di Promozione Sportiva delle Marche riunitosi alla vigilia dell’assemblea degli EPS per il rinnovo degli organi statutari del Coni Marche, reputa importante contribuire con un proprio documento/proposta alla determinazione del nuovo assetto istituzionale del Coni.

Il documento è sottoscritto dai rappresentanti di Acsi, Aics, Asi, Asc, Csen, Csi, Libertas, Msp, Opes, Uisp ed U.S. Acli (dati 2020) che rappresentano 2328 associazione sportive dilettantistiche su un totale di 2457 iscritte al Registro del Coni delle ASD, quindi quasi il 95% degli enti di promozione sportiva marchigiani. Al riguardo è opportuno premettere quanto segue:  dal 2009 gli enti di promozione sportiva delle Marche hanno costituito un coordinamento regionale per rendere maggiormente incisiva la presenza degli EPS nel sistema sportivo regionale; il coordinamento degli EPS è diventato in questi anni un importante luogo di confronto, proposta e sintesi delle idee e politiche promosse dagli stessi enti anche in considerazione del notevole incremento del numero degli EPS presenti nel coordinamento stesso; allo stesso tempo grazie al coordinamento degli EPS è stato possibile coordinare e rendere maggiormente incisivo il ruolo degli Enti di promozione sportiva sia all’interno del Coni Marche che nei confronti della Regione Marche in vari ambiti (Comitato regionale sport e tempo libero, Osservatorio regionale delle associazioni di promozione sociale, rapporti con Asur Marche, etc).

Grazie al lavoro svolto dai coordinatori regionali degli EPS e dai componenti della Giunta e del Consiglio Coni Marche, espressi dagli stessi enti, si è potuto sviluppare un approccio sempre più nuovo con il Coni Marche all’insegna della collaborazione, della pari dignità delle parti e della distinzione e rispetto dei ruoli e funzioni; la prova della maturazione dei rapporti tra EPS e CONI Marche è riscontrabile da un lato nelle differenti iniziative ed attività organizzate in collaborazione tra le due parti, dall’altro nell’apporto in idee e proposte fatto dagli EPS all’interno della Giunta Regionale del Coni. Il percorso di superamento della contrapposizione tra EPS e Coni, rispetto alla visione dello sport marchigiano, deve proseguire.

Deve proseguire all’insegna della collaborazione, del rispetto e della distinzione storica dei ruoli e funzioni, della pari dignità tra tutte le componenti del mondo sportivo marchigiano, confermando agli EPS un ruolo visibile ed attivo riguardo alla programmazione e realizzazione dell’attività sportiva marchigiana. Il Coordinamento degli Enti di Promozione Sportiva delle Marche riconosce al presidente uscente del Coni Marche Fabio Luna di aver consentito un impegno più diretto degli EPS all’interno del Coni Marche con un maggior coinvolgimento dei componenti del Consiglio regionale eletti in rappresentanza degli EPS, con l’inserimento per la prima volta di un rappresentante degli EPS nel Consiglio direttivo della Scuola Regionale dello Sport, con la nomina a vice presidente, con delega ai progetti di carattere sociale, del componente di Giunta Coni Marche e con il continuo raccordo con il rappresentante degli EPS nel Comitato regionale sport e tempo libero della Regione Marche. Gli EPS delle Marche chiedono al candidato presidente del Coni Marche di proseguire ad impegnarsi per creare le condizioni affinché gli EPS possano essere ancora più coinvolti in ruoli di responsabilità e nel governo del Coni Marche.

In questo senso, in relazione al programma di mandato del presidente del Coni Marche, di impegnarsi a far proprie le proposte di programma contenute nei seguenti punti: dichiarare prioritarie le iniziative di sostegno, anche in collaborazione con altri enti, alle associazioni sportive dilettantistiche alle prese con le problematiche relative al Covid19 in un territorio già martoriato dal sisma degli anni 2016/2017 le cui conseguenze sono ancora visibili ed evidenti; avviare una campagna regionale per la promozione del volontariato nel mondo dello sport come importante fattore di partecipazione, cittadinanza attiva e sviluppo della coesione sociale; incrementare, anche con iniziative proprie e dirette, le attività relative al cosiddetto “Sport sociale” assicurando una attenzione particolare alla prevenzione della salute attraverso lo sport, allo sport di prossimità, all’attività sportiva delle carceri ed allo sport di cittadinanza che qualificano le iniziative specifiche degli EPS anche in considerazione di una forte intersettorialità degli stessi anche nei confronti degli enti locali e della Regione Marche (servizi sociali, politiche per la famiglia, sanità, ambiente, etc).

Tali attività potranno essere portate avanti anche in partenariato con FSN, DSA E AB su progetti e iniziative di carattere comune; porre particolare attenzione alle possibilità e strategie attivabili dal mondo dello sport come quello tra sport, turismo, cultura ed ambiente; realizzare una reportistica sullo stato dello sport marchigiano in cui sia messo in evidenza lo stato di salute delle diverse componenti dello sport regionale e dal quale emergano anche indicazioni statistiche e di tendenza da portare come elementi di discussione nei confronti della Regione Marche anche ai sensi di una nuova legge regionale sullo sport; collaborare con gli EPS delle Marche per la predisposizione di proposte e progetti ai quali gli EPS delle Marche sono chiamati a collaborare sia nella fase progettuale sia nella fase di realizzazione, in particolare nei progetti da realizzare con Asur Marche e con la Regione Marche.

Relativamente agli aspetti istituzionali gli EPS delle Marche chiedono al candidato presidente del Coni Marche che nel riassetto territoriale delle strutture periferiche si tengano presenti le persone che operano all’interno degli EPS marchigiani quali possibili fiduciari all’interno delle delegazioni provinciali; che nel prossimo quadriennio prosegua l’esperienza di assegnazione di delega ai progetti di carattere sociale al componente di Giunta Coni eletto in rappresentanza degli enti di promozione sportiva così come avvenuto nel precedente quadriennio;  che nel prossimo quadriennio le esperienze ed il valore degli EPS marchigiani vengano valorizzati attraverso l’assegnazione di una vice presidenza del Coni Marche al componente di Giunta Coni eletto in rappresentanza degli enti di promozione sportiva; che nel riassetto delle strutture e delle sedi sia assegnato uno spazio quale sede del Coordinamento degli EPS delle Marche tra i locali di cui il Coni Marche ha la disponibilità.

Viene augurato buon lavoro ai rappresentanti degli enti di promozione sportiva eletti nel consiglio regionale del Coni Marche: Ugo Spicocchi (Csen), Giacomo Mattioli (Csi), Vincenzo Ascani (Opes), Giorgi Brunacci (Asi) e Gaetano Marinelli (Acsi).