Home Politica Andrea Assenti: il Ponte ciclopedonale sul Tronto tra i miei principali obiettivi...

Andrea Assenti: il Ponte ciclopedonale sul Tronto tra i miei principali obiettivi di mandato

189
0

SAN BENEDETTO – Si farà, il ponte ciclopedonale sul fiume Tronto. La Regione Marche stilerà un progetto in tal senso: lo annuncia il consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Andrea Assenti.

“Dopo numerosi incontri con le parti interessate alla realizzazione del ponte ciclopedonale sul Tronto, ai quali ho partecipato come vicesindaco, provo enorme soddisfazione in veste di consigliere regionale nel comunicare che la mia richiesta di procedere con progettazione interna da parte della Regione Marche è stata favorevolmente accolta dall’assessore Francesco Baldelli, difatti il titolare delle deleghe “Infrastrutture e Governo del Territorio” porterà in approvazione della prossima riunione di Giunta la delibera con la quale la Regione si fa carico della copertura di spesa.

Questo fondamentale cambio di strategia per la finalizzazione dell’iter necessario alla realizzazione di un’opera strategica che darà continuità alla ciclovia nazionale, – dice Assenti – collegando le Regioni di Marche e Abruzzo, imprimerà una fondamentale accelerazione dopo i ritardi che erano stati generati con la scelta improduttiva della precedente amministrazione di affidare esternamente la progettazione. Il ponte ciclopedonale sul Tronto, lungo 180 metri e largo 4,5 metri, è uno dei principali obiettivi del mio mandato di consigliere regionale e come rappresentante del territorio sento forte la responsabilità di ottenere un risultato importantissimo per la città di San Benedetto del Tronto e di tutte le aree interne della nostra Provincia.

Dopo l’approvazione del progetto di fattibilità per le alternative progettuali, avvenuta lo scorso dicembre 2020, è in corso la redazione del progetto di fattibilità tecnica ed economica. La gara dovrà essere aggiudicata con conseguente avvio dei lavori entro il mese di settembre 2022 e la conclusione dell’intervento dovrà avvenire entro il 31 dicembre 2023”, conclude il consigliere regionale.