Home Cronaca Ascoli Piceno e Provincia Ascoli, Donate duecentocinquanta uova di cioccolato in occasione della Pasqua all’associazione San...

Ascoli, Donate duecentocinquanta uova di cioccolato in occasione della Pasqua all’associazione San Vincenzo de’ Paoli Onlus

282
0
Le uova donate all'associazione San Vincenzo de' Paoli

Il Gruppo Gabrielli, in occasione delle festività pasquali, ha donato 250 uova di cioccolato ad altrettante famiglie della città, attraverso l’associazione S.Vincenzo de’ Paoli Onlus.

L’’associazione S.Vincenzo de’ Paoli Onlus, che ha anche una sede in Cina ed è affiliata alla rete del Banco Alimentare, opera da oltre 187 anni accanto a chi vive in situazioni di disagio ed emarginazione: in particolare si occupa di famiglie e persone in difficolta` economica, ad Ascoli Piceno e nei comuni limitrofi, cercando di dare loro un sostegno materiale, attraverso la consegna di generi alimentari o sostegni economici, con una particolare attenzione alle criticita` causate in quest’ultimo anno dalla pandemia a dalla crisi economica da essa causata.

“Ringraziamo la famiglia Gabrielli ed il Gruppo Gabrielli – ha dichiarato il presidente dell’associazione S.Vincenzo de’ Paoli Onlus, Enrico Paoletti – per il sostegno costante e la sensibilità con cui, dopo la donazione fatta a Natale, l’azienda è tornata ad aiutarci per regalare un sorriso ai bambini a Pasqua.

Le uova di cioccolato saranno distribuite ai piccoli delle famiglie che assistiamo e distribuite anche all’Associazione Portatori Handicap ed al reparto di pediatria dell’Ospedale “Mazzoni” di Ascoli Piceno, con l’’aiuto del parroco, Don Francesco. Ogni gesto è importante: dopo il lockdown, le famiglie da noi assistite sono passate da 113 a 297, assistiamo anche i cassintegrati ed abbiamo istituito un numero verde, “S.O.S. Carità”, per la consegna urgente di pacchi alimentari e generi di prima necessità”.

“Si tratta di un piccolo gesto – ha dichiarato il Vicepresidente del Gruppo Gabrielli, Barbara Gabrielli – per rendere più gioiose le festività dei più piccoli e per far sentire la nostra vicinanza al territorio, come peraltro accade con continuità da tempo, su segnalazione del Comune di Ascoli Piceno ed in stretto coordinamento con il tavolo per il contrasto delle povertà. Riteniamo sia una nostra responsabilità sociale”.