Home Prima Pagina I dati dell’economia a San Benedetto ai tempi del Covid: l’assessore Olivieri:...

I dati dell’economia a San Benedetto ai tempi del Covid: l’assessore Olivieri: “Pronto un piano sulle agevolazioni per le iniziative di intrattenimento”

310
0

SAN BENEDETTO – Il Comune di San Benedetto del Tronto ha illustrato i dati sull’andamento delle attività commerciali durante il 2020, in particolare le aperture e le cessazioni: la presentazione di uno studio sul commercio, è stato fatto dal sindaco Pasqualino Piunti, con l’assessore alle attività produttive, Filippo Olivieri e il direttore dell’Ufficio Commercio, Claudio Salvi.





E’ stato registrato un aumento delle delle forme speciali di vendita (e-commerce), delle strutture ricettive, l’incremento della somministrazione alimenti e bevande e dei servizi alla persona.
“Ci sono voluti circa due mesi, per ottenere questi dati, perché si rivolgono a tutta la regione e nazione, – afferma l’assessore Filippo Olivieri – Il dato più incoraggiante è quello della vendita online ovvero l’e-commerce. Le imprese sono cresciute su quest’aspetto. L’assessorato al commercio ha pronto per giugno un piano alle agevolazioni (soprattutto servizi e affiancamenti alle imprese) per iniziative di intrattenimento per il settore commerciale: vogliamo portare gente nella nostra città. Vogliamo anche dare la possibilità ai proprietari in sede fissa di dare servizio, di gestire le aeree a ridosso delle proprie attività, come gli spazi verdi. Una collaborazione come quelle delle associazioni, non a scopo di lucro, proposta dall’amministrazione” conclude Olivieri.

“Dallo studio sul commercio di San Benedetto è emerso un quadro incoraggiante rispetto ad altre realtà”, afferma il Sindaco Piunti.

Claudio Salvi ha diffuso le slide con tutti i dati: “Ci sono stati risultati buoni e purtroppo anche alcuni con il segno meno. Bene l’imprenditoria giovanile. Diverse attività che hanno eseguito cessazione risalgono in particolare a quelle aperte negli anni ’80 e ’90″. Ad essere toccato è stato prevalentemente il commercio in sede fissa (87 aperture e 85 chiusure). Sofferenti pure i servizi alla persona (20 inaugurazioni, 15 cessazioni): gli estetisti aumentano, rappresentati soprattutto da un target giovanile, ma fanno fatica e chiudono gli acconciatori: imprese nate negli anni ottante-novanta.

Nel 2020 sono state 311 le richieste di aperture di attività a San Benedetto del Tronto, a fronte di 171 cessazioni. Un saldo positivo (+140) di buon auspicio per il settore delle attività produttive.
Al 31 dicembre 2020 le imprese attive sul territorio erano oltre 5.500.