Home Cronaca Ascoli, “Run4Hope”, il primo grande Giro d’Italia podistico a staffetta per raccogliere...

Ascoli, “Run4Hope”, il primo grande Giro d’Italia podistico a staffetta per raccogliere fondi a sostegno di AIRC e AIL Sabato 22 maggio alle ore 11

156
0
Anche Ascoli Piceno sarà una delle città protagoniste di “Run4Hope”, il primo grande Giro d’Italia podistico a staffetta nato con lo scopo di raccogliere fondi a sostegno di AIRC e AIL, per la cura dei tumori infantili. L’appuntamento è per sabato 22 maggio alle ore 11, con la staffetta che partirà da Ascoli Piceno e arriverà fino a Porto d’Ascoli.
Una corsa benefica che abbraccerà tutta la penisola in nome della solidarietà, coinvolgendo runners, singoli o in gruppi sportivi, associazioni e quanti vorranno correre per sostenere AIRC nella lotta ai tumori infantili. «Una bellissima iniziativa di solidarietà, che vedrà anche la città di Ascoli Piceno partecipare a questa staffetta che unisce sport e beneficenza» ha spiegato il sindaco Marco Fioravanti.
«Un evento unico in Italia al quale abbiamo voluto aderire anche noi, perché riteniamo che attività sportiva e solidarietà siano tra i valori fondanti e imprescindibili di una comunità». Le staffette, su base regionale, vedranno una suddivisione in tappe giornaliere: ognuno potrà partecipare coprendo uno specifico tratto del percorso, facendo così viaggiare il testimone lungo tutta la penisola.
«Sarà una giornata di attività ludico-motoria non agonistica, per attraversare i fantastici luoghi del nostro territorio aderendo a una bellissima campagna solidale nella lotta ai tumori infantili – ha aggiunto l’assessore allo sport Nico Stallone. A nome dell’Amministrazione Comunale, si ringrazia l’ASD Avis Ascoli Marathon per aver organizzato la staffetta in città, ma anche tutto il gruppo dei volontari che hanno svolto un lavoro encomiabile nella predisposizione di questo bellissimo appuntamento».
A concludere è stata Ilaria Isopi, tra i volontari organizzatori dell’evento: «Sabato saremo in Piazza del Popolo con i volontari AIRC della Quintana per questa bellissima manifestazione sportiva in favore della ricerca».