Home Prima Pagina Domenica 30 maggio al voto per la Protezione Civile della regione Marche....

Domenica 30 maggio al voto per la Protezione Civile della regione Marche. Si rinnovano le cariche dei rappresentanti regionali e dei referenti provinciali dei gruppi comunali e delle associazioni di volontariato

378
0

ASCOLI – Domenica 30 maggio si rinnoveranno le cariche dei rappresentanti regionali e dei referenti provinciali dei gruppi comunali e delle associazioni di volontariato.

Nella Provincia di Ascoli Piceno in lista ci sarà anche l’ Architetto Iole Egidi, da sempre in prima linea nel volontariato di Protezione Civile, forte del lavoro sviluppato in sei anni all’interno della Protezione Civile.

Un curriculum il suo che parla chiaro: architetto (attualmente Istruttore Tecnico dell’Ufficio Speciale Ricostruzione Centro Italia) Disaster Manager (certificata Cepas) dell’ AssoDima, Formatore del Dipartimento Protezione Civile Nazionale per la campagna Nazionale “Io non rischio”.

“Sono stati sei anni sicuramente difficili- afferma Iole Egidi- caratterizzati da ben 3 emergenze nazionali. Al sisma del 2016, infatti è seguita l’ondata eccezionale di nevicate del 2017, con numerosi e particolarmente complessi interventi di recupero, soccorso ed evacuazione delle persone dalle frazioni isolate del Centro Italia.

In ultimo la gestione, in linea con il coordinamento del sistema regionale e nazionale di Protezione Civile, della pandemia Covid-19 negli ultimi due anni, oltre ad attivazioni locali per allertamenti territoriali.

Nonostante questo, abbiamo come Protezione Civile Regionale, gestito al meglio il tutto grazie anche ad un capillare e corposo lavoro di squadra. Parliamo infatti di sistema in cui ciascun volontario rappresenta una preziosa risorsa.

In questi anni abbiamo puntato molto sulla formazione e sulla professionalizzazione del volontariato e sicuramente questo ha dato i suoi frutti. Ho sempre creduto nelle singole associazioni che nonostante le difficoltà, hanno risposto con grande abnegazione. Il mio mettermi nuovamente in gioco è per dare seguito al progetto di crescita nato sei anni fa”.