Home ambiente “Premio Puliamo il Mondo” di Legambiente, premiate le classi di Ascoli, Appignano...

“Premio Puliamo il Mondo” di Legambiente, premiate le classi di Ascoli, Appignano e San Ginesio

135
0

Circa 100 giovani studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado dei Comuni di Ascoli Piceno, San Ginesio e Appignano del Tronto, sono stati i protagonisti del concorso “Premio Puliamo il Mondo”.

L’attività rientra in un percorso più ampio che ha l’obiettivo di
realizzare iniziative per una “Rinascita Circolare”; questo è il nome del progetto di Legambiente che è stato finanziato dalla Regione Marche attraverso fondi ministeriali del lavoro e delle politiche sociali per sostenere lo svolgimento di attività di interesse generale ad opera di organizzazioni di volontariato.

Il progetto, di cui Legambiente Marche è capofila in rete insieme ai circoli Legambiente di Porto Sant’Elpidio, Tolentino, Ascoli
Piceno e Urbino oltre all’Istituto Comprensivo di Ascoli Piceno Orsini-Licini, ha l’obiettivo di svolgere azioni che vadano nella direzione di rafforzare la sensibilità ambientale e in particolare approfondire i temi dell’economia circolare.
Dopo la presentazione dei lavori svolti dai ragazzi delle scuole superiori dello scorso 15 maggio sono i ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado ad essersi cimentati in un percorso didattico, focalizzato alla battaglia contro i cambiamenti climatici.
Sono stati premiati, attraverso un incontro on line, i lavori svolti dai ragazzi dopo un percorso didattico che li ha visti coinvolti anche in una giornata di cittadinanza attiva di raccolta di rifiuti.
Video, presentazione power point, cartelloni e lavori creativi sono state le produzioni dei concorrenti, cambiamenti climatici e riciclo, passando per una alimentazione sana e sostenibile sono i temi affrontati dai ragazzi.

Queste le motivazioni dei premi:
Scuola secondaria di primo grado di Appignano del Tronto Bruno Carosi, classe prima, premiata per la creatività e manualità dimostrata, i ragazzi hanno ridato vita ad oggetti destinati a diventare rifiuto trasformandoli in oggetti di uso quotidiano, accompagnando a cartelloni che gridano la necessità di una partecipazione collettiva per salvare il pianeta.
Appignano del Tronto Bruno Carosi, classe seconda, premiata per la qualità e l’approfondimento scientifico interdisciplinare: i ragazzi hanno evidenziato quanto nella quotidianità un gesto semplice e necessario come quello di nutrirsi possa diventare una
scelta sostenibile.
Appignano del Tronto Bruno Carosi, classe terza, per l’efficacia comunicativa: i ragazzi hanno realizzato un video suggestivo con immagini e messaggi di grande impatto emotivo, che ben rappresenta l’emergenza climatica e la necessità di un intervento immediato per la salvaguardia del nostro pianeta.
La scuola di primaria di Passo San Ginesio Vincenzo Tortoreto, per la costanza e l’impegno continuativo. La scuola ha presentato un video racconto di tutte le iniziative che da un anno realizzano sul tema dei rifiuti.

“All’alba della riapertura post covid – commenta Marcella Cuomo, responsabile di Legambiente Scuola e Formazione Marche -, il progetto vuole essere uno strumento ulteriore di ripartenza per i territori colpiti dal sisma, per mettere le basi per un Piano
Nazionale di Ripresa e Resilienza che sia davvero utile al sano sviluppo di questo Paese e che sia basato sulla corretta informazione, il protagonismo dei giovani e il dibattito
pubblico”.

All’incontro hanno preso parte: Francesca Pulcini, Presidente Legambiente Marche; Marcella Cuomo, Responsabile Legambiente Scuola Formazione Marche e Coordinatrice Progetto; Katia Fabiani e Fabiola Cavarischia educatrici ambientali dei circoli Antonia Belletti di Sant’Elpidio e Il Pettirosso di Tolentino e intervento speciale del Maestro Marco Moschini, la scuola primaria di Ripe San Ginesio “Vincenzo Tortoreto” e secondaria di primo grado di Appignano del Tronto “Bruno Carosi”.

Il progetto prevede ulteriori iniziative nella seconda parte dell’anno che coinvolgeranno la cittadinanza e gli enti pubblici e privati del territorio marchigiano.