Home Prima Pagina Amatrice, Mister Sergio Pirozzi vince gli spareggi di Serie D con il...

Amatrice, Mister Sergio Pirozzi vince gli spareggi di Serie D con il Trastevere ma non proseguirà la sua avventura con i laziali

507
0

ONGRATULAZIONI a Mister Sergio Pirozzi che ha vinto gli spareggi di Serie D con il suo Trastevere, ma ha deciso di non proseguire la sua avventura sulla panchina della squadra laziale.

“Abbiamo chiuso la nostra stagione calcistica vincendo i playoff – ha diciarato alla fine l’ex Sindaco di Amatrice e ora Consigliere Regionale -Sono contento del risultato raggiunto e auguro al Trastevere Calcio un futuro luminoso.

Per me è tempo di andare, rimettermi ancora in gioco, trovare nuovi stimoli e nuove battaglie da vincere.

Grazie per le emozioni di questa stagione ragazzi, la gente come noi non molla mai!”.

L’indimenticato tecnico della Primavera dell’Ascoli Calcio. sogna di tornare in bianconero per proseguire un lavoro che portò la prima squadra delle giovanili bianconere ai quarti di finale scudetto, poi persi contro l’Inter di Balotelli e Santon. Sono passati tanti anni e quel giovane allenatore è prima diventato Sindaco di Amatrice trasformandosi nel simbolo della ricostruzione e poi è stato eletto consigliere regionale del Lazio. Ma il calcio ormai gli è entrato nelle ossa e così dopo una breve pausa per stare vicino alla sua gente ha accettato la sfida del Trastevere, in Serie D.

“Cerco sempre una piazza con tanta passione – ha proseguito Sergio Pirozzi -Io sono fatto così. Mi piacerebbe lavorare in una società che punti sulla valorizzazione dei giovani, cosa che ho fatto anche quest’anno al Trastevere. Magari in Serie D non conta molto, ma nelle categorie superiori è un aspetto a cui viene dato più valore e questo dà alle società la possibilità di crescere anche grazie alle plusvalenze”.

“Dove mi porterebbe il cuore? All’Ascoli. Ma lì c’è mister Sottil che quest’anno ha fatto un miracolo. Ho già allenato la Primavera dell’Ascoli e lì ho potuto lavorare e valorizzare un giovane come Di Tacchio, adesso capitano della Salernitana. Mi piacerebbe tornare proprio in una Primavera o andare comunque in una società che punta sui giovani”.

A tal proposito pare che anche la Lazio aveva fatto un sondaggio sulla disponibilità del tecnico amatriciano. Poi la scelta è caduta su Alessandro Calori. In bocca al lupo Mister.