Home Prima Pagina Ascoli, La splendida Luigina Bachetti sarà la Dama della Quintana di Luglio...

Ascoli, La splendida Luigina Bachetti sarà la Dama della Quintana di Luglio del Sestiere di Porta Romana

428
0
Il caposestiere Gigi De Santis, la dama Luigina Bachetti, il cavaliere Lorenzo Melosso e il Console Gigi Tulli

Con la presentazione della prima dama della Quintana in notturna in programma sabato 10 luglio, si torna finalmente a parlare della rievocazione storica ascolana dopo l’anno di stop forzato dovuto alla pandemia.

E’ stato il sestiere di Porta Romana ad aprire la serie di presentazioni delle bellezze che sfileranno nel mini-corteo che si snoderà tra le vie e le piazze cittadine. La Dama della Quintana di luglio, la ‘Donna della Rinascita’ sarà l’affascinante quarantenne Luigina Bachetti.

Castana, occhi cerulei, Luigina ha sfilato come damigella ma il suo amore per la Quintana era sbocciato già diversi anni fa. «Come tutte le bambine ascolane sognavo di fare la dama sin da piccola – ha ammesso emozionatissima – e questo sogno adesso si avvererà. Ho trovato qui a Porta Romana un ambiente davvero unico, ho vissuto la Quintana da dentro, a iniziare dai preparativi. Spero davvero di portare fortuna al cavaliere Lorenzo Melosso che riparte da detentore del titolo e anche per me è una grande responsabilità.

Sono la farmacista della Farmacia di Brecciarolo, sono nata ad Ascoli poi con i miei genitori Maria e Marino ci siamo trasferiti a Castel di Lama. Sagittario e single, sono una supersportiva. Indosserò un abito tra quelli già presenti nel ricco guardaroba rossoazzurro e spero davvero di essere all’altezza del ruolo che il Comitato di Sestiere ha deciso di concedermi».

Felicissimi il Console Luigi Tulli e il Caposestiere Luigi De Santis. «Come ha detto il Sindaco Marco Fioravanti – ha ammesso il Console Tulli – questa è una ripartenza. Siamo felici di essere i primi a presentare la Dama dell’edizione di luglio della nostra Quintana perché siamo usciti per primi nell’edizione del 2019 e dovevamo essere noi a ripartire per primi.

Speriamo di essere competitivi anche stavolta perché dopo un anno di pausa tante cose dovranno essere valutate, ma il nostro cavaliere si è allenato duramente, ha 23 anni e non dobbiamo mettergli pressione».

Emozionato anche Lorenzo Melosso che è ormai entrato nel circuito delle Giostre. «Lo scorso anno ho corso a Servigliano durante la pandemia – ha dichiarato – quest’anno correrò a Foligno, con pressioni diverse da quelle che avrò qui ad Ascoli dove sono il cavaliere detentore del Palio e avrò tutti gli occhi addosso. Non dico che l’anno di stop forzato ci ha penalizzato, ma certo venivamo da una fantastica vittoria e da un entusiasmo incredibile.

Per il cavallo avevo già quasi deciso di correre con Natas Jam con cui ho vinto due anni fa, poi dopo le prove con Spetenca, qualche dubbio mi è venuto. Dovrò ancora pensarci su perché sono entrambi veloci e molto regolari».