Home Cultura & Spettacolo Frate Mago: presentato il libro di Vincenzo Varagona sul frate Gianfranco Priori

Frate Mago: presentato il libro di Vincenzo Varagona sul frate Gianfranco Priori

307
0

GROTTAMMARE – La giornata di presentazione del libro di Vincenzo Varagona su Frate Mago è stato un appuntamento memorabile per tutta l’Associazione Lido degli Aranci, ma anche per l’Amministrazione Comunale di Grottammare, che ne ha concesso il Patrocinio, perché in questa giornata sono state ringraziate quelle persone che, da moltissimi anni sono sempre vicine all’Associazione, non hanno mai smesso di mettere sempre avanti sopra ogni cosa l’amicizia ed il rispetto; per questo gruppo che da trent’anni offre al pubblico grottammarese e non solo, spettacoli di cabaret, teatro, magia, appuntamenti culturali, presentazione di libri, collaborazioni cinematografiche, serate di solidarietà solo per l’amore e la passione che hanno per il proprio territorio.

Un’ottima giornata quella passata insieme al Lido degli Aranci, in compagnia del giornalista Vincenzo Varagona, insieme a Padre Gianfranco Priori, in arte Frate Mago, al Sindaco Enrico Piergallini, al Vice Sindaco Alessandro Rocchi e numerosi amici della realtà associativa, oltre a tutto lo staff, affacciati sulla riva di uno splendido mare, con una brezza che rifrescava la calda giornata estiva, allo Chalet Viareggio di Grottammare di Giulio Traferri.
Lo scopo era, appunto, la presentazione del libro del giornalista RAI, sulla vita di Frate Mago, dal titolo: “Annunciare il Vangelo con gioia”.
Le ore sono passate velocemente, tra un discorso e l’altro, tra ricordi e risate, tra i saluti, arrivati anche telefonicamente da chi non è potuto essere presente fisicamente, ma sicuramente vicino col cuore.
“Un avvenimento importante, per molti aspetti, – spiegano gli amici del Lido degli Aranci, – perché con questo incontro suggelliamo una conoscenza più che trentennale, iniziata un bel giorno a Radio AUT Marche, un’amicizia vera e forte tra Padre Gianfranco ed il gruppo storico associativo che mai è venuta meno. Una giornata di riconoscenza, che tutti noi vogliamo porgere a questo grande uomo, perché insieme a lui e grazie a lui abbiamo girato in lungo e in largo la nostra Italia, per proporre serate di solidarietà ai terremotati di Colfiorito, insieme all’eccellente artista e amico Carmine Faraco, tutto a titolo gratuito; ai terremotati dell’Aquila, di Arquata del Tronto, proprio tra loro, con pomeriggi “magici”, insieme alla generosità e professionalità del nostro altro grande amico Angelo Carestia, per cercare di alleviare le sofferenze di grandi e piccini presenti. Come dimenticare anche la solidarietà per il terremoto di Colletorto, con una raccolta fondi predisposta in una serata di intrattenimento, donazione poi consegnata da una rappresentanza associativa e tante altre serate di solidarietà per l’AIL, per l’ANFASS, Casa Manuela, al Teatro delle Energie ed ancora prima al Kursaal di Grottammare. Una persona meravigliosa, legata a filo doppio con la nostra Associazione e a noi sempre vicino, siamo onorati di collaborare con lui e lo faremo per altri trent’anni!”.
Un libro pieno di valore, pietra miliare che segna un momento importante, un trionfo nella vita pastorale e nella carriera artistica di Frate Mago, sapientemente e totalmente elaborato da un giornalista della RAI, quale appunto Vincenzo Varagona. Il volume racconta la storia di un frate cappuccino, Gianfranco Priori, che già in tenera età scopre una dimestichezza con le carte. Diventato predicatore, si dedica alle Missioni Estere e ne diventa in futuro responsabile per l’ordine dei Cappuccini, che lo porta in terre lontane e bisognose di amore ma anche di divertimento, che lui offre entrambi al suo “pubblico”. In Africa, alimenta con la sua attività molti progetti, e nascono grazie ai suoi “giochi per beneficenza” ospedali, pozzi, chiese, scuole, adozioni internazionali, queste solo le maggiori delle sue realizzazioni caritative in questo continente. All’interno del libro, tante testimonianze raccolte su questa figura, amata da moltissimi, di tantissima gente che lo ha negli anni conosciuto ed apprezzato, come il Socio Storico dell’Associazione Lido degli Aranci Tullio Luciani ed i comici Vigilante, Alivernini e Nduccio.
Frate Mago ad oggi è un volto noto in televisione, è chiamato per spettacoli in tutt’Italia e all’estero. E’ stato insignito anche del prestigioso premio “Marchigiano dell’anno”.
Dal 2010 è possibile incontrarlo al Santuario della Madonna dell’Ambro, dove è Rettore della Chiesa e Superiore della Comunità, in quel piccolo angolo di paradiso, incastonato nella bellissima cornice dei Monti Sibillini. Grazie a lui ed al suo amore per quel luogo, dopo il terremoto del 2016 che ha colpito e ferito profondamente il territorio marchigiano e devastato tutto il centro Italia, il Santuario ha potuto rinascere per il grande restauro effettuato grazie alla donazione dalla Carifermo.
Nel 2014, avviene l’incontro in Santa Marta con Papa Francesco, che, vedendogli per mano carte, cordicelle colorate e fazzolettone, spalanca gli occhi, sorride, lo benedice e gli dice: «Ma tu sei un mago… Va’!». Poco dopo, appena terminato il numero di magia, lo stesso Pontefice esclamerà: “Ma sei un diavolo con le carte!”.
Anche il Coach Roberto Mancini, allenatore della nostra Nazionale, è rimasto stupito della sua velocità e bravura con le carte al loro incontro, quando ha visto “sbucare” l’asso di coppe, che aveva poc’anzi pensato, dalla tasca del nostro frate, e proprio su questo vi lasciamo con i saluti di Frate Mago per ritrovarvi numerosi all’appuntamento di sabato: “Non anticipo nulla, mi limito solo a dire… Viva l’Italia e il nostro marchigiano Mancini, con in mano l’asso di coppe!”

“Impossibile ringraziare tutti gli intervenuti, veramente tantissimi, mi limito a salutarli esprimendo la mia gratitudine per essere oggi stati presenti a questo evento, – afferma il Presidente Alessandro Ciarrocchi, – ci tengo però a ringraziare tutto lo staff associativo che ogni giorno si impegna per promuovere e concretizzare le idee, sempre moltissime, che tutta la nostra associazione scova e pensa continuamente, siamo un fiume in piena e difficilmente ci fermeremo! Un grazie anche ai nuovi associati, molti, che si sono avvicinati alla nostra realtà in questo anno. Anche in un momento così difficile ci fa piacere sapere che altre persone chiedono di unirsi al nostro gruppo, evidentemente, quello che si vede da fuori è un gruppo unito e che funziona, un gruppo di amici, che va avanti anche con tutte le difficoltà che possono esserci, pensando sempre al divertimento, proprio e degli altri che vengono a vivere le nostre serate da spettatori, sopra ogni altra cosa”.
Prossimo appuntamento il 22 luglio, al Circolo Tennis, ore 21.30, per la presentazione del libro “Figlio di un Rock” del bravissimo cabarettista Carmine Faraco, che ha voluto far sentire la sua presenza all’evento, tramite una telefonata.