Home Eventi Ascoli, Anche le Cento Torri nel ‘GeoTour’ per la promozione dei ‘Borghi...

Ascoli, Anche le Cento Torri nel ‘GeoTour’ per la promozione dei ‘Borghi più belli delle Marche’ attraverso un itinerario culturale interattivo

161
0
Il Forte Malatesta

La promozione territoriale può avvenire in modo efficace grazie a strumenti innovativi che utilizzano il potere della gamification (da game = gioco).
La gamification consiste nell’applicazione di elementi, meccaniche e dinamiche mutuati dai giochi e delle tecniche di game design (come i punti, la classifica, la competizione tra i giocatori, i livelli
di gioco, il raggiungimento degli obiettivi, le ricompense e i premi) in contesti non ludici, con lo scopo di incrementare e massimizzare il coinvolgimento degli utenti.

Aree naturalistiche, parchi, città, aree storiche, siti UNESCO e altri luoghi possono così diventare un efficace volano di conoscenza e turismo attraverso la co-partecipazione dei visitatori.

La bellissima Piazza del Popolo ad Ascoli Piceno

Tra gli strumenti di Gamification maggiormente efficaci nella promozione di luoghi e territori vi è il Geocaching. Il Geocaching
Il Geocaching è l’evoluzione tecnologica della caccia al tesoro. E’ un’attività outdoor e si pratica in parte sul web e in parte all’aperto. E’ un gioco georeferenziato, dove i partecipanti, detti geocachers, utilizzano un dispositivo GPS o più frequentemente un’App su Smartphone per nascondere o trovare dei contenitori di differenti tipi e dimensioni.

Questi contenitori sono chiamati geocache e sono situati in prossimità di punti di interesse turistico, paesaggistico, culturale.
Il Geocaching ha due caratteristiche fondamentali:
1) la puntualità: i giocatori arrivano esattamente dove li portano le coordinate geografiche;
2) la misurabilità: è possibile sapere chi sono i geocachers attraverso i registri visita online e in loco.

I percorsi ufficiali costituiti da più geocaches sono chiamati GeoTours e consentono di visitare siti di interesse culturale, storico, artistico, naturalistico evocando piccole e grandi storie che diventano parte del gioco stesso. La creazione di un GeoTour viene solitamente svolta da un Ente (città, Regione, Parco, museo) che intende offrire un modo alternativo e coinvolgente di visita, creando una meta condivisa a livello mondiale.

Infatti i GeoTours sono accompagnati da una robusta
promozione attraverso i canali social di Geocaching.com e con newsletters selettive che vanno ad intercettare settimanalmente oltre 3 milioni di utenti già sensibilizzati.

Il progetto prevede l’installazione di un GeoTour finalizzato alla promozione di alcuni tra i Borghi più belli delle Marche compresi nelle province di Macerata, Fermo e Ascoli Piceno, attraverso un
itinerario culturale interattivo ed esperienziale basato sul format del Geocaching (www.geocaching.com) che si sviluppa seguendo circa 40 punti di interesse culturale localizzati nel territorio oggetto dell’intervento.

I 40 punti di interesse scelti nei vari territori comunali saranno tutti georeferenziati e in prossimità di ciascuno di essi verrà posizionata una geocache ufficiale registrata sul sito internazionale www.geocaching.com che i giocatori dovranno ritrovare seguendo le coordinate geografiche.

I Borghi interessati dal GeoTour sono:
– Visso
– Offida
– Grottammare
– Montefiore dell’Aso
– Sarnano
– Servigliano
– Moresco
– San Ginesio
– Torre di Palme
– Fermo
– Monte Urano
– Macerata
– Treia
– Montecassiano
– Cingoli
– Esanatoglia
– Ascoli Piceno

Il principale mercato di riferimento è quello del turismo esperienziale, proveniente sia da circuiti nazionali che internazionali, e avrà ricadute positive sull’economia locale in quanto si ritiene che per completare il Geotour saranno necessarie almeno 3 giornate, fatto che comporterà la permanenza dei visitatori nel territorio presso strutture ricettive e di ristorazione.

Il Geocaching è un format internazionale ampliamente diffuso, che conta nel mondo oltre 15 milioni di utenti. Il bacino di utenza di questo progetto è pari 500.000 geocacher attivi
(principalmente Italia ed Europa).
I geocacher sono attualmente presenti in oltre 180 paesi nel mondo e appartengono a tutte le fasce d’età (bambini, giovani, adulti, anziani). Si spostano in genere in piccoli gruppi (famiglia, amici) e sono viaggiatori curiosi e appassionati, amanti dell’avventura all’aria aperta e della tecnologia.

Esempi simili di Geotour con lo scopo di promuovere un territorio sono stati sviluppati da parte di Larix Italia per la Regione Sicilia nel 2015-2017 (www.geocachingsicilia.com) e per la Regione
Toscana per il periodo 2019-2021 (www.geocaching.com/play/geotours/10castella).
Inoltre con una mirata campagna pubblicitaria, incentrata anche sulle attività esperienziali e culturali che potranno essere proposte in abbinamento al Geotour (eventi enogastronomici e
folkloristici, laboratori di artigianato, etc.), si ritiene di riuscire ad attrarre il turismo regionale e di prossimità oltre al turismo culturale e scolastico che potrebbe così esplorare siti culturali ed
elementi paesistici rilevanti del territorio, ma meno noti.