Home Cronaca Ascoli Piceno e Provincia Ascoli, Iniziati gli interventi di ristrutturazione del mattatoio. Il Sindaco Fioravanti: “Struttura strategica...

Ascoli, Iniziati gli interventi di ristrutturazione del mattatoio. Il Sindaco Fioravanti: “Struttura strategica per l’economia del territorio”

325
0
Il mattatoio comunale
L’Amministrazione Comunale informa che, ne giorni scorsi, hanno preso il via gli interventi di ristrutturazione e miglioramento del mattatoio. “Ci siamo impegnati a reperire le risorse necessarie per effettuare questi lavori, che si svolgeranno garantendo il più possibile la continuità del servizio ad allevatori ascolani, operatori della filiera zootecnica, dipendenti e quanti fruiscono della struttura” ha dichiarato il sindaco Marco Fioravanti.
“Il mattatoio di Ascoli è il più grande delle Marche e rappresenta una struttura strategica per l’economia del territorio. Per questo siamo voluti intervenire con rapidità e concretezza, grazie a un fattivo lavoro di squadra con gli uffici comunali di Patrimonio, Lavori Pubblici ed Edilizia e anche attraverso una sinergica collaborazione con la Regione Marche, a partire dal presidente Francesco Acquaroli e dagli assessori Guido Castelli e Mirco Carloni.
Soddisfazione è stata espressa anche dall’assessore ai lavori pubblici Marco Cardinelli: “Abbiamo predisposto un cronoprogramma degli interventi che permetterà lo svolgimento più rapido possibile dei lavori, cercando di recare il minor numero di disagi a quanti utilizzano la struttura”.
A concludere è stato l’assessore al bilancio e al patrimonio Dario Corradetti: “Con il reperimento delle risorse necessarie per i lavori, l’Amministrazione ha concretamente dimostrato quanto il mattatoio rappresenti una struttura patrimoniale importante per la città e per l’intero territorio. La gestione scrupolosa del patrimonio comunale è una delle leve fondamentali per l’economia e per la predisposizione della città a raccogliere le sfide che l’Amministrazione ha intrapreso, compreso l’ambizioso obiettivo di Ascoli Capitale Italiana della Cultura 2024”.