Home Cronaca Ascoli Piceno e Provincia Castel di Lama, Il grande lavoro della Cooperativa Ama Aquilone: Otto strutture...

Castel di Lama, Il grande lavoro della Cooperativa Ama Aquilone: Otto strutture residenziali terapeutiche e una serie di alloggi per adulti in difficoltà

414
0

La Cooperativa Sociale Onlus Ama Aquilone ha le sue radici nel territorio della provincia di Ascoli Piceno: nasce dall’unione di due associazioni, Ama, fondata nel 1981, e L’Aquilone, fondata nel 1983.

Queste realtà associative erano animate originariamente dall’impegno di volontari che offrivano una sponda solidale a persone senza fissa dimora e a giovani e famiglie che vivevano il problema della tossicodipendenza.

 

Oggi Ama Aquilone è una delle realtà più rappresentative delle Marche.

Quest’anno la realtà si è ingrandita ulteriormente, con l’ingresso tramite fusione per incorporazione dell’associazione La Speranza Onlus.

 

La Cooperativa gestisce nel Piceno strutture residenziali denominate “Case” nella prospettiva di un’accoglienza ampia: pur mantenendo la sua specificità terapeutica, abbraccia un’idea di dignità intimamente legata all’incontro umano con una serie di alloggi per adulti in difficoltà.

 

  • “Casa Ama”, Comunità terapeutica che accoglie persone con dipendenze patologiche
  • “Casa A. Agostini”, Struttura specialistica per mamme tossicodipendenti con figli
  • “Casa Aquilone”, Comunità specialistica per persone in comorbilità psichiatrica
  • “Casa la Bussola”, Centro di Osservazione Diagnosi e Disintossicazione
  • Casa “La Navicella”, Comunità Educativa per minori e minori stranieri non accompagnati
  • “Famiglia Santa Gemma”, Comunità educativa per minori e minori stranieri non accompagnati
  • “Casa L’Aquilone”, Centro diurno e Sportello per il trattamento della dipendenza patologica da gioco d’azzardo
  • “Casa La Speranza”, Comunità terapeutica maschile che accoglie persone con dipendenze patologiche.

 

Dal 2014 la Cooperativa ottiene l’autorizzazione all’utilizzo di appartamenti come alloggi protetti per adulti, in un’ottica di sostegno organizzato e strutturato nella fase del reinserimento socio-lavorativo a conclusione di percorsi terapeutici in Comunità.

 

La Cooperativa porta avanti, con una consolidata continuità, progetti di inclusione socio-lavorativa rivolti a disoccupati, giovani, famiglie ed a tutte quelle persone che vivono il dramma delle “nuove povertà”.

 

L’attenzione di Ama Aquilone per l’integrazione sociale e lavorativa si concretizza anche attraverso il servizio accreditato Ama Lavoro e Officina 1981, una Cooperativa di tipo B che offre servizi utili alla comunità, coinvolgendo, nelle sue attività, persone in difficoltà socio-economica.

 

Mettersi in ascolto dell’altro è la prospettiva con cui Ama Aquilone si impegna affinché i servizi socio-sanitari continuino a procedere senza flessioni, facendo fronte a tutte quelle “nuove fragilità” che rappresentano una battaglia ed un’opportunità innovativa di crescita.

“Accogliere” i giovani, gli anziani, i migranti, rappresenta una priorità su cui la Cooperativa ha deciso di puntare, in termini di servizi e di formazione.

 

Dal 2017 Ama Aquilone ha attivato un “Servizio di prima accoglienza per stranieri richiedenti protezione internazionale”.

 

La formazione, in particolare, rappresenta uno degli obiettivi peculiari di Ama Aquilone, attraverso l’offerta di dell’Agenzia di alta formazione La scuola Ama. Avvalendosi della collaborazione didattica di autorevoli professionalità accademiche e opinion leader, si propone di “tramandare” il percorso umano e professionale della Cooperativa.

Competenze che variano dal tecnico di accoglienza per richiedenti asilo, rifugiati e beneficiari di protezione internazionale, al giovane imprenditore di agricoltura biologica, e in nuove modalità solidali di operare nel sociale.

 

Le parole della vision di Ama Aquilone Accoglienza, Semplicità, Spiritualità, Bellezza, Dignità, si declinano in molti altri settori.

 

Con Ama Festival e Itaca, il magazine che dal 1983 racconta i temi del non profit, della sostenibilità e dei comportamenti responsabili, dell’integrazione, la Cooperativa abbraccia un modello di espressione multidisciplinare “aperto” che, dall’input culturale della meraviglia e dell’ironia, veicoli presupposti di riflessione e di confronto.

 

Consapevole che operare per il “bene comune” significhi anche promuovere una qualità sostenibile della vita ed il rispetto dell’ambiente, la Cooperativa sviluppa nel 2010 un progetto di agricoltura biologica, la Fattoria Biosociale Ama Terra.

 

AMA TERRA e Bio Osteria Sociale

www.amaterra.coop

 

Ama Terra nasce nel 2010 attorno al desiderio di sensibilizzare gli ospiti delle Comunità Terapeutiche al benessere derivante da un’alimentazione biologica, ma anche di offrire loro la possibilità di acquisire competenze di orticoltura, apicoltura, preparazione di trasformati biologici ed allevamento, che potessero rappresentare un’opportunità in più per avvicinarsi al mondo del lavoro.

 

Oltre ad essere uno strumento di ergoterapia che caratterizza il cammino terapeutico, le buone pratiche dell’agricoltura sociale rappresentano un’opportunità concreta per persone considerate “a basso potere contrattuale”.

 

Da un incremento degli investimenti nelle attività nasce, nel 2013, il marchio Ama Terra. Attraverso la vendita al pubblico di ortaggi freschi e trasformati, l’olio, le farine, il vino, il miele ed il polline, e tutti gli altri prodotti biologici della Fattoria Biosociale, provenienti da una filiera ecosostenibile e certificati CCPB, Ama Aquilone promuove il consumo cosciente, la salvaguardia del territorio rurale e delle sue antiche coltivazioni, l’etica sociale.

 

 

Agricoltura sociale, patrimonio e bene comune

 

La bio fattoria sociale Ama Terra propone una filiera di produzione ecosostenibile e controllata, che permette di avere prodotti locali, bioecologici e a km zero, oltre che a basso impatto ambientale.

 

Le buone pratiche di agricoltura sociale, scelte da Ama Aquilone per Ama Terra, curano e salvaguardano la campagna delle magnifiche colline picene, tra Marche e Abruzzo.

Rispetto dell’ambiente, del ciclo della natura e della stagionalità si uniscono a lavorazione innovativa delle materie prime, recupero e valorizzazione di ricette tradizionali.

 

Ai processi produttivi, Ama Terra associa corsi professionalizzanti e di formazione diretti a coloro che sono inseriti nel percorso della comunità terapeutica: questo assicura un affaccio concreto nel mondo del lavoro a persone considerate a basso livello contrattuale.

 

La bio fattoria sociale propone un’agricoltura che contribuisce al consumo cosciente, alla salvaguardia del patrimonio rurale, nella dimensione del cultural heritage, dell’economia locale e del benessere della società. Un circolo virtuoso fra natura, lavoro, territorio ed etica sociale.

 

La Bio Osteria Sociale di Ama Terra

 

L’ospitalità e l’accoglienza contraddistinguono Ama Terra e la sua Bio Osteria Sociale: un luogo iconico d’incontro fra lavoro e convivialità. Per dare valore al tempo, allo spazio, alle relazioni fra persone.

 

I buoni frutti della fattoria e il loro sapore caratteristico si possono degustare in questo ambiente originale: menu dedicati caratterizzati da note di artigianalità come l’esclusiva norcineria, prodotti da forno e il profumatissimo pane, le tipiche olive all’ascolana, l’olio extra vergine e il bio finger food. Tutto innaffiato dai vini Ama Terra!