Home Economia Ascoli Piceno e Provincia San Benedetto, L’Onorevole Lucia Albano (FdI): “L’ufficio dell’Agenzia delle Dogane sarà ubicato...

San Benedetto, L’Onorevole Lucia Albano (FdI): “L’ufficio dell’Agenzia delle Dogane sarà ubicato nello stabile del Comune Vecchio”,

443
0
L'onorevole Lucia Albano di Fratelli d'Italia

Grande soddisfazione è stata espressa dall’onorevole Lucia Albano, deputata marchigiana di Fratelli d’Italia, componente Commissione Finanze della Camera.

“Esprimo grande soddisfazione – ha ammesso – per la sottoscrizione, nella giornata di ieri, del protocollo d’intesa tra il Sindaco di San Benedetto e l’Agenzia delle Dogane, nella persona del Direttore Generale Marcello Minenna, per l’apertura di una nuova sede istituzionale. L’ufficio di San Benedetto delle Dogane sarà ubicato nello stabile del “Comune Vecchio”, edificio prestigioso, che verrà completamente ristrutturato con un impegno finanziario importante a carico dell’Agenzia delle Dogane e con la contestuale creazione di una sede del Museo doganale.

L’impegno di Fratelli d’Italia per lo sviluppo dell’economia del territorio non ha sosta: ho avuto l’onore di proseguire e portare a termine, in Commissione Finanze alla Camera, il lavoro intrapreso dall’allora On. Acquaroli, in linea con una mozione recentemente approvata in Regione Marche sul tema della carenza di organico nelle Dogane delle Marche, e l’impegno non si fermerà certamente a questo atto.

La costituzione di un importante Ufficio Unico Doganale a San Benedetto, segnale concreto di un proficuo lavoro di squadra del partito per il nostro territorio, imprime certamente un’accelerazione economica essenziale alle aziende della nostra città e della vallata tutta, in un momento importante per la ripartenza dell’economia e del lavoro, consentendo agli imprenditori di  fruire di un servizio di maggiore prossimità e particolarmente qualificato.

Il progetto prevede inoltre l’apertura di un punto doganale di nuova concezione, con l’utilizzo di un modello organizzativo innovativo, presso l’Interporto sede del centro Agroalimentare di Porto d’Ascoli, anche nell’ottica della riduzione del passaggio del traffico merci all’interno del centro cittadino, in virtù di una sensibilità al tema dell’inquinamento ambientale della nostra città a vocazione turistica.

La collocazione presso l’Interporto, sede logisticamente facilmente accessibile, renderà il nuovo punto doganale il servizio più vicino ad uno svincolo autostradale in tutta l’A14, potendo assumere così un rilievo nazionale.

Mi preme da ultimo sottolineare la soddisfazione mia e di Fratelli d’Italia per il progetto di restauro e di messa a disposizione della città di un bene prezioso e centrale come l’antica  sede del nostro Municipio, che, anche in virtù della creazione dell’interessante sede museale, valorizzerà ulteriormente il centro cittadino, e segnerà  degnamente l’ingresso allo storico quartiere Paese Alto.