Home Prima Pagina Calcio Eccellenza, L’Azzurra Colli strappa un buon pareggio a Porto Sant’Elpidio

Calcio Eccellenza, L’Azzurra Colli strappa un buon pareggio a Porto Sant’Elpidio

251
0
Daniele Filiaggi

2-2

PORTO SANT’ELPIDIO (4-3-3) Di Nardo 7.5, Calamita 6.5 (71’’Raffaelli 5.5), Bordi 5.5, Ballanti 5.5, Cantarini 6,Mozzoni 6, Candidi 6, Orazi 6 (71’Conio 5.5), Tenkorang 6.5, Ganci 7(71’Iovannisci 5.5), Giuli 7.5. All. Palladini 6. 

ATLETICO AZZURRA COLLI : Marani 5.5, Nervini 5.5(67’Gagliardi S. 6.5), Vallorani 6, Sosi 6, Filipponi 6.5, Alfonsi 6.5, Fazzini 6, Sorci 5.5(67’Renzi 7), Ciabuschi sv (21’Filiaggi 7.5), Giorgio 6.5, Del Marro 6(71’Albanesi 7). All. Amadio 6.5

Arbitro : Rihai (Bg) 5

Reti : 57’Giuli, 63’Ganci (R), 75’Renzi, 90’Filiaggi (R)

PORTO SANT’ELPIDIO

Un pareggio che muove la classifica e non scalfisce ne interrompe l’imbattibilita dell’Atletico Azzurra Colli quello ottenuto sul difficile campo del Porto Sant’Elpidio quest’oggi. Una gara che partiva con i peggiori auspici possibili. In settimana infatti si era spenta la mamma di Sandro Spinelli, nostro storico dirigente, a seguito di un malore.

Il saluto dei giocatori ai tifosi giunti da Colli del Tronto

Durante la partita, il patatrac accade al minuto 15, quando Ciabuschi si accascia a terra con un guaio al ginocchio per il quale si aspettano ancora i risultati degli esami. Si spera nulla di grave, ma il Colli è in ansia per le prestazioni e le condizioni del suo bomber. Al quale auguriamo le migliori fortune. Formazioni. Amadio torna all’antico col canonico 4-2-3-1 giovando del recupero di capitan Sosi per spostare Sorci nel bel mezzo, con Fazzini a destra nel consueto tridente alle spalle del bomber, sostituito poi da Filiaggi, migliore in campo dei suoi per distacco. Palladini proponeva un 4-3-3 dove Ganci però agiva quasi da falso nove venendo spesso a prendere palla basso per lasciare spazio agli inserimenti specie del vivacissimo Giuli.

Primo tempo soporifero, l’unica situazione pericolosa è un tiro cross di Candidi che sfiora il palo. Nella ripresa il match si accende. Dapprima, un clamoroso abbaglio del direttore di gara salva il pur bravo di Nardo dal rosso. Il portiere locale infatti, sbarra la strada a Filiaggi lanciato a rete , ma lo fa volutamente e con il pugno toccando la palla fuori area. Il direttore di gara opta per un discutibilissimo giallo in quanto interpreta che lo stesso Filiaggi non beneficiava di una chiara occasione da rete. Poi con lo stesso Filiaggi che, lanciato da Filipponi, scappa via a Mozzoni con audacia e conclude sull’esterno della rete. Al 57’un po a sorpresa, a passare è la squadra di Palladini con Giuli, che dagli sviluppi di un corner infila Marani. Neanche il tempo di riorganizzarsi che Marani stesso frana su Giuli per il rigore del 2-0 trasformato da Ganci. Amadio a questo punto stravolge la squadra inserendo Gagliardi, Albanesi e Renzi in luogo di Nervini, Sorci e Del Marro.

E i risultati non si fanno attendere poi così tanto. Al 75’infatti, Gagliardi serve a Renzi la palla del 2-1, che il laterale romano, al rientro dopo l’infortunio, infila con bravura di sinistro alle spalle di Di Nardo. In campo c’è solo il Colli ora, con l’ inerzia della gara completamente spostata in favore degli ospiti. Ci prova Giorgio al minuto 80 al termine di un insistita azione personale, ma è bravissimo Di Nardo a respingere. Lo stesso di Nardo poi, si supera letteralmente su un doppio tentativo di Albanesi al minuto 85’ , ribattendo un suo siluro dal limite in corner prima e , sugli sviluppi dello stesso, agendo come un gatto felino sul colpo di testa del giovane 2005 rossoazzurro. Ma il veleno è nella coda e così, ancora Albanesi, si procura un rigore sacrosanto che Filiaggi trasforma con precisione e freddezza.

Nei 4 minuti di recupero, il Colli crede addirittura alla vittoria , provandoci con un sinistro di Vallorani. Ma Di Nardo è attento e blocca.