Home Prima Pagina Calcio Promozione, Il Castignano vince a Centobuchi e conquista la prima vittoria...

Calcio Promozione, Il Castignano vince a Centobuchi e conquista la prima vittoria esterna stagionale

322
0
Papa Ndiour del Castignano

CENTOBUCHI – CASTIGNANO 0-1:

CENTOBUCHI: Peroni, Leopardi, Trawally (80’ Cardinali), Lolli (69’ Sciamanna), Canali, Pietropaolo, Testa (86’ Maselli), Pocomente (68’ Tanzi), De Vecchis, Pignotti, Sanamè Gonzales. All: Marco Bucci

CASTIGNANO: Moretti, Martoni, R. Fioravanti, Ionni, Luzi (9’ Cesani – 76’ Vannicola), Ferrari, Funari, Chiappini, Galli (73’ Ortu), Papa Ndiour (89’ A. Fioravanti), Gandelli. All: Gianluigi Rossetti (L. Vittori squalificato)

Arbitro: Di Tella di Ancona

 Assistenti: Giannelli di Pesaro e Baldoni di Ancona

Rete: 41’ Papa Ndiour (CAS)

CENTOBUCHI

Partita maschia al “Nicolai” di Centobuchi dove, su un terreno di gioco in stato davvero pessimo, il Castignano riesce a centrare meritatamente la sua prima vittoria esterna stagionale grazie ad un acuto di Papa Ndiour al 41’ del 1°t. Biancorossi guidati oggi in panchina dal vice-allenatore Gianluigi Rossetti con Mister Vittori costretto ad accomodarsi in tribuna a causa della squalifica rimediata sabato scorso. Parte bene il Castignano ma dopo soli 9’ Luzi è costretto ad alzare bandiera bianca per noie muscolari; al suo posto l’ex Cesani con Gandelli che arretra in difesa al fianco di Ferrari. Ci prova Galli all’11’ ma il suo tiro è debole e Peroni blocca senza problemi.

Partita equilibrata con entrambe le squadre che badano al sodo su un campo che non permette grosse giocate ma il Castignano è meglio messo in campo rispetto al Centobuchi che sembra attendere le offensive ospiti per poi ripartire in contropiede con le sgroppate di Sanamè. Al 41’ però si rompe l’equilibrio: Gandelli calcia teso verso la porta un calcio di punizione concesso poco fuori il vertice dell’area di rigore; Papa Ndiour si libera del suo diretto marcatore Canali e di petto deposita in rete alle spalle di un impietrito Peroni che nulla può sul tentativo ravvicinato dell’attaccante biancorosso. Prima rete stagionale per il centravanti senegalese che dunque riesce a sbloccarsi.

Ancora Papa Ndiour al 43’ viene strattonato in area da Pietropaolo: sembra rigore solare ma per il sig. Di Tella, che ha lasciato molto giocare per tutta la partita, non ci sono gli estremi per il calcio di rigore. Primo tempo che dunque si chiude con il Castignano meritatamente avanti per 1-0. Nella seconda frazione Castignano ancora in avanti con Galli che al 49’ tenta da lunga distanza ma Peroni fa buona guardia. Poi al 53’ prima vera azione dei locali: scambio veloce tra De Vecchis e Pignotti con quest’ultimo che appena entrato in area scaglia un potente sinistro che incoccia in pieno la traversa, poi sulla ribattuta Sanamè grazia Moretti spedendo alle stelle una ghiotta occasione ma che brivido per il Castignano. Inizia poi la girandola di cambi da ambo le parti, da segnalare nel Castignano il secondo infortunio muscolare di giornata con Cesani che dopo esser subentrato a Luzi nel 1°t, è costretto a sua volta a lasciare il posto a Vannicola al 76’.

Il Castignano però nonostante le defezioni si dimostra compatto e rischia poco, anzi all’87’ è ancora Papa Ndiour ad avere sui piedi la palla del raddoppio ma il suo tiro finisce di poco a lato della porta difesa da Peroni. Nel finale il Centobuchi prova l’assalto alla ricerca del pari con un paio di mischie sempre ben sventate dalla difesa del Castignano. Proprio all’ultimo minuto al 94’ i locali reclamano un rigore per un atterramento in area di rigore di Maselli ma l’arbitro adotta lo stesso metro del 1°t e lascia proseguire tra le proteste del Centobuchi.

Finisce dunque con la meritata vittoria del Castignano che si aggiudica lo scontro diretto per la salvezza mantenendo per la prima volta inviolata la propria porta. Per il Centobuchi seconda sconfitta consecutiva dopo la debacle per 6-0 di Treia. Prossimo appuntamento per il Castignano sabato 30 ottobre alle h 15:30 al Comunale di Castignano contro il Corridonia guidato in panchina dall’ex calciatore dell’Inter Massimo Ciocci.