Home Senza categoria Castel di Lama, Un laboratorio di pizza gourmet dedicato a sette ragazzi...

Castel di Lama, Un laboratorio di pizza gourmet dedicato a sette ragazzi ospiti della comunità terapeutica Ama Aquilone

836
0

È partito giovedì scorso, a Casa Ama, il laboratorio professionalizzante dedicato alla pizza gourmet. Rivolto a un gruppo di sette giovani ragazzi in cerca di occupazione e a rischio di esclusione sociale il percorso didattico vede dei formatori d’eccellenza: Mirko Petracci e Davide Camaioni. L’ingrediente principe dell’iniziativa? Naturalmente Gran’Aria, l’inconfondibile impasto, ad elevata idratazione, del pizza Chef ascolano.

 

Mettete insieme sette giovani ragazzi con una passione per il cibo e un pizza Chef innovativo. Aggiungete un pizzico del carattere di Ama Aquilone e gli ingredienti accuratamente selezionati della bio fattoria sociale Ama Terra. Il risultato? Un laboratorio professionalizzante dedicato alla pizza gourmet per riqualificare le competenze di un gruppo di giovani ragazzi in cerca di occupazione e a rischio di esclusione sociale.

 

Il laboratorio che si terrà a Casa Ama della Cooperativa Sociale Onlus Ama Aquilone, è rivolto agli ospiti della struttura terapeutica che, complici i tutor d’eccezione, impareranno come realizzare un impasto che “respira” e come guarnirlo.  Il percorso didattico ha come obiettivo, fra gli altri, quello di creare una serie di pizze, realizzate con gli ingredienti d’eccellenza di Ama Terra, che saranno poi il fiore all’occhiello dei più gustosi menù proposti nella bio osteria sociale della Cooperativa marchigiana.

Il Pizza-Chef Mirko Petracci e lo Chef Davide Camaioni

 

Formatori del corso, articolato in sette appuntamenti di cui cinque dedicati all’impasto e due al topping, Mirko Petracci, de “La Scaletta” di Ascoli Piceno, e Davide Camaioni di “Posto Nuovo” a Porto d’Ascoli. Ingrediente principe dell’iniziativa è Gran’Aria, l’inconfondibile impasto del pizza Chef ascolano che rende la pizza croccante, gustosa e altamente digeribile.

 

«Impastare una pizza non è solo un gesto tecnico – spiega Mirko Petracci – ma, per me, è un po’ paradigma della vita. Ci sono tempi di azione, di paziente attesa, di incertezza e… di grande soddisfazione. Ecco amo insegnare l’arte della pizza, soprattutto ad una classe così motivata. Racconterò ai ragazzi la mia personale e moderna visione di pizza, insegnando loro i segreti della leggerezza e della piacevolezza del morso che hanno reso noto il mio impasto Gran’Aria. Dall’importanza delle farine giuste ai corretti concetti di lievitazione per ottenere un prodotto che sia buono per il palato, per la terra e per il territorio tutto. Una bella avventura che sono entusiasta di vivere con la grande famiglia Ama Aquilone.»

 

Inaugurato ufficialmente giovedì 21 ottobre il laboratorio prevede l’utilizzo dei grani antichi Jervicella e Bologna, coltivati in biologico sulle colline di Casa Ama, macinati a pietra come base per l’impasto elaborato dal maestro pizzaiolo.

 

«Gran’Aria – racconta Mirko Petracci – è un impasto ad elevata idratazione ottenuto con tre fasi di lievitazione. Il grano e i suoi profumi sono centrali per l’impasto e per l’emozione che voglio che esso racconti. Ecco perché non si può prescindere dall’uso di farine di qualità. Da anni in pizzeria sto facendo ricerca impiegando farine locali di grani autoctoni per raccontare la biodiversità anche attraverso la pizza. Sarà una nuova sfida trovare la ricetta perfetta dell’impasto Ama che fonde gli equilibri di Gran’Aria con quelli delle farine biologiche prodotte all’interno della Cooperativa. Ogni farina ha la sua storia, il suo sapore, evoluzione e grado di umidità; sono un prodotto vivo con il quale ci si deve confrontare quotidianamente di fronte all’impastatrice. Cercherò di insegnare ai ragazzi questa sensibilità per renderli autonomi nella creazione del loro impasto, con tutti i sapori della loro terra».

 

Nato dall’idea di offrire agli ospiti, della struttura, uno strumento in più per affrontare il mondo del lavoro, il laboratorio di Pizza Gourmet, è il primo di una serie di percorsi dedicati alla formazione che si terranno a Casa Ama, ed è stato realizzato grazie all’impegno del maestro pizzaiolo che ha donato questa incredibile esperienza della pizza ai ragazzi di Casa Ama.

 

È una pizza dritta al cuore dunque quella gourmet di Mirko Petracci e Ama Aquilone, che hanno messo insieme oltre alle eccellenze dei prodotti, e alla qualità dell’intervento, anche ingredienti straordinari come passione, prossimità, dedizione e generosità.